Istat, più di 1 giovane su quattro ha un lavoro precario

(Teleborsa) – Un giovane su quattro con età compresa tra 15 e 34 anni ha un lavoro a termine.Tra i giovani usciti dal percorso educativo il tasso di occupazione è al 60% e cresce all’aumentare del livello di istruzione: 47,4% per chi ha un titolo di studio basso, 63% per i diplomati, 71,7% per i laureati.

E’ la fotografia scattata dall’Istat nel focus “I giovani nel mercato del lavoro” secondo cui 4 giovani su 10 sono pronti a trasferirsi per trovare una occupazione. Si tratta soprattutto di laureati, che sarebbero disponibili a trasferire per motivi di lavoro la loro residenza. Nel secondo trimestre 2016 i giovani tra i 15 e i 34 anni sono 12 milioni 681 mila e rappresentano il 21% della popolazione residente in Italia.

Più di 8 milioni di giovani fuori dal sistema d’istruzione. Sempre nella seconda parte del 2016, 8 milioni di giovani tra i 15 e i 34 anni sono fuori dal sistema di istruzione e formazione cosiddetto formale. Il 29,5% (2 milioni 363 mila) ha al più un titolo secondario inferiore, il 51,8% (4 milioni 146 mila) un titolo secondario superiore e il 18,7% (1 milione 500 mila) un titolo terziario. 

Aumentano le imprese che fanno formazione: sono il 60%. Nel 2015 il 60,2% delle imprese attive in Italia con almeno 10 addetti ha svolto attività di formazione professionale (+5% rispetto al 2010). L’andamento positivo, spiega l’Istat, “è determinato dall’incremento di aziende che hanno realizzato corsi di formazione nell’area ambiente-sicurezza sul lavoro” mentre per gli altri corsi la quota di imprese si è ridotta lievemente (dal 33,7% del 2010 al 32,3% nel 2015).

Quasi 3 milioni e mezzo di lavoratori hanno partecipato a corsi di formazione (45,8% del totale degli addetti, di cui 47,8% uomini e 42,5% donne).

Istat, più di 1 giovane su quattro ha un lavoro precario