Internet e social network, boom di posti di lavoro

Le figure più cercate: online advertiser, web data analyst, esperti di marketing

Lo sviluppo delle piattaforme digitali fa crescere fatturati e soprattutto occupazione. E’ quanto emerge da una ricerca realizzata dal quotidiano torinese La Stampa.
Si parte da Facebook, il social network oramai prossimo alla quotazione in Borsa. Uno studio di Deloitte su scala europea – ovvero l’Unione più la Svizzera – ha individuato in giro di affari pari a 15 miliardi di euro per oltre 230mila posti di lavoro. E se si limita l’analisi all’Italia, i risultati sono rilevanti: fatturato di circa 2,5 miliardi di euro e una stima di 34mila nuovi posti di lavoro legati a professioni che ruotano attorno al network di Zuckerberg.

Sulla scia di Facebook in Italia sarebbero nate centinaia di altre start up per 33mila nuovi posti di lavoro in agenzie di marketing specializzate, sviluppatori di applicazioni per tablet e smartphone e di giochi di società, volte ad intercettare le potenzialità che nel commercio e nel marketing offrono internet e specialmente i 21 milioni di utenti Facebook italiani.

I profili più cercati si riferiscono a professionalità che ruotano attorno al mondo della pubblicità, ma anche attorno a quelle competenze in grado di comprendere i comportamenti degli utenti. Infatti la richiesta si concentra tra gli esperti di marketing in social network, online advertiser, community manager, web data base analyst.

Un altro settore in fermento e in sensibile crescita è rappresentato dell’e-commerce che. dopo tante promesse e disillusioni, sembra avviato verso una decisa affermazione. E’ il caso, per esempio, di Amazon, la piattaforma nata per vendita di libri per poi passare anche a giocattoli, dvd e altri beni di consumo. Nel 2012 dovrebbero essere assunte oltre 200 persone per un totale di 400 dipendenti.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Internet e social network, boom di posti di lavoro