Inail: contributi a fondo perduto alle imprese che investono in sicurezza sul lavoro

Gli incentivi verranno erogati fino all'esaurirsi del fondo

Ritorna per il sesto anno il bando per concedere alle aziende contributi a fondo perduto per migliorare i livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. E da quest’anno c’è una novità: sarà possibile ottenere fondi anche per le bonifiche dei materiali contenenti amianto.

L’amianto e’ un materiale molto utilizzato negli anni ’50 per le realizzazione di edifici, treni e navi. Negli anni si è scoperto che era un killer silenzioso.
Il banco ISI INAIL è aperto a tutte le imprese, anche individuali, che si trovano sul territorio nazionale e sono iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura.
I progetti che verranno finanziati devono avere le seguenti caratteristiche:

  • Essere volti al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori;
  • Prevedere l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
  • prevedere la bonifica da materiali contenenti amianto.

Il termine ultimo per presentare le domande è il 5 maggio 2016 e gli interessati devono accedere alla sezione servizi del portale INAIL dopo essersi registrati all’interno del portale.

Le imprese registrate avranno a disposizione un’applicazione informatica per la compilazione della domanda che consentirà di:

  • effettuare simulazioni relative al progetto da presentare;
  • verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità;
  • salvare la domanda inserita;
  • effettuare la registrazione della propria domanda attraverso l’apposita funzione presente in procedura tramite il tasto “invia”.

Se la richiesta supera la verifica tecnico-amministrativa e il progetto viene realizzato, l’azienda riceverà un contributo in conto capitale pari al 65% delle spese sostenute dall’impresa per la realizzazione del progetto al netto dell’IVA, fino ad un tetto massimo di 130.000 euro.

Ricordiamo anche che c’è un tetto di spesa minimo: sono 5000 euro per tutte le imprese tranne che per quelle fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale.
Il fondo ammonta in totale a 276.269.986 euro e viene ripartito tra singoli avvisi regionali che sono pubblicati sul portale dell’INAIL.

Per i progetti accettati l’ordine di assegnazione è cronologico e, fa sepere l’ente, in un’ottica di trasparenza nelle procedure, gli elenchi di tutte le domande inoltrate saranno pubblicati sul portale INAIL con l’indicazione di quelle collocate in posizione utile per accedere al contributo.

Ricordiamo che per accedere alla procedura di compilazione della domanda è necessario che l’impresa sia in possesso delle nuove credenziali di accesso ai servizi online Inail (Nome Utente e Password). Le imprese sprovviste possono iscriversi sul portale Inail cliccando sull’etichetta “Registrati” collocata in alto a destra, entro e non oltre le ore 18 del 3 maggio 2016.

Il contributo verrà erogato a seguito del superamento di una verifica tecnico-amministrativa ed è anche cumulabile con benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito come ad esempio quelli gestiti dal Fondo di garanzia delle Pmi e da Ismea.

Fonte: Ecoseven.net

Leggi anche:
Selfiemployment, fondo di 124 milioni per autoimpiego giovani
Erasmus+: 22 Stage retribuiti in Spagna, Slovenia, Malta
Bando promozione all’estero delle start-up italiane. Ultimi giorni per partecipare
Agricoltura: opportunità da cogliere al volo. Ecco i bandi regionali in scadenza
Ostelli e ristoranti nelle case cantoniere, via libera alla riqualificazione
Mollo tutto e apro un B&B in un faro. Ecco come partecipare al bando
Agevolazioni fino a 70.000 euro per i giovani che vogliono aprire un’azienda agricola

Inail: contributi a fondo perduto alle imprese che investono in sicure...