In Svizzera aumentano le offerte di lavoro: ecco i ruoli più cercati

Dai commercialisti alle figure specializzate nelle risorse umane. Ecco quali sono le posizioni più richieste al momento nella Confederazione.

Secondo una ricerca di Michael Page Swiss Job Index, nell’ultimo mese le offerte di lavoro in Svizzera sono aumentate di circa l’11,4%.

Nicolai Mikkelsen, il direttore esecutivo di Michael Page afferma, in particolare, che “la Svizzera ha visto aumentare in maniera esponenziale le offerte di lavoro soprattutto nei campi della contabilità, della finanza, della consulenza fiscale e del supporto manageriale. I candidati ricercati devono dare supporto, in particolare, al planning delle aziende per l’anno 2019. Anche in molti altri settori la domanda degli specialisti continua ad essere forte”.

Nello specifico, le professioni più richieste sono le seguenti:

  • Commercialisti. Nell’ultimo anno è aumentata del 7,2% la ricerca di professionisti in questo settore;
  • Facility Managers. Questa attività presuppone l’integrazione di una serie di attività di gestione della struttura aziendale. Per svolgere questa professione sono necessarie competenze di tipo ingegneristico, architettonico, organizzativo e relazionale. Di recente la richiesta di queste figure è aumentata del 15,8%;
  • IT Support Specialists, ovvero colui che fornisce assistenza e supporto tecnico alle imprese (ma anche ai consumatori) che riscontrano problemi tecnici di hardware e software. Nei mesi tra settembre e ottobre 2018 la richiesta è aumentata del 7,5%;
  • HR Specialists, ovvero quei professionisti che si occupano della selezione delle risorse umane, ma non solo. Queste figure altamente specializzate, sono esperte nell’arte di mediare, risolvere i problemi, comunicare ed ascoltare. La ricerca di candidati che svolgano questa mansione è cresciuta dell’ 8,5% nell’ultimo anno.

Ma come si fa a lavorare e vivere in Svizzera? Innanzitutto è necessario ottenere il permesso di soggiorno, in quanto la Svizzera non fa parte dell’Unione Europea. Una volta assunti da parte di un’azienda svizzera, si ha diritto al permesso per cinque anni. Trascorso questo tempo, è possibile ottenere un permesso di durata illimitata che, tuttavia, verrà tenuto sotto controllo ogni 5 anni.

Se si desidera lavorare in Svizzera ma risiedere in Italia, bisogna ottenere, invece, un permesso frontaliero. Una volta ottenuto, la legge di ogni cantone vincola il dipendente dell’azienda svizzera a rientrare almeno una volta a settimana nel proprio paese. In maniera più specifica, è necessario richiedere il cosiddetto permesso G.

Seppur non sia specificato in nessuna legge o regolamento aziendale, un requisito fondamentale per trovare lavoro in Svizzera è la conoscenza delle lingue. Soprattutto per realtà lavorative di piccole-medie dimensioni è necessario possedere una conoscenza base della lingua locale. Il livello di conoscenza della lingua, chiaramente, varierà in base al livello di posizione lavorativa che si otterrà.

In Svizzera aumentano le offerte di lavoro: ecco i ruoli più cer...