Impiegati digitali, perennemente online e stressati

Il 62% dei colletti bianchi si porta il lavoro a casa e controlla le email di lavoro durante il weekend


Online perennemente
. Lo studio Networked Workers (pdf), realizzato dall’istituto di ricerca Pew sugli effetti dell’uso delle tecnologie digitali giunge a questa semplice conclusione. L’analisi è incentrata sui colletti bianchi americani, che per via della loro professione devono rimanere impalati davanti ad un display, connesso ventiquattro ore su ventiquattro.
Sono 2.134 gli americani intervistati. Rappresenterebbero più o meno il 62% della middle class. Solo il 7% di essi non possiede un cellulare, il 27% ha un palmare, l’85% dispone di un computer e il 61% un laptop. Ma la maggiore disponibilità di connessione è un bene che crea vantaggi e svantaggi.  Non sempre le tecnologie mobili e i “derivati” di Internet, però, semplificano la vita. I dati raccolti, se da un lato hanno evidenziato una trasformazione nel modo di lavorare, dall’altro il lavoro d’ufficio ha prolungato le sue tentacolari aderenze anche nelle pareti domestiche. In definitiva i networked workers controllano le e-mail di lavoro anche nel fine settimana.

In linea di massima l’abitudine di portarsi il lavoro a casa arriva al 69% per quanti hanno un reddito annuo superiore ai 75mila euro. Tradotto banalmente, i top manager non staccano mai la spina. La connettività sta modificando gradualmente il modo di lavorare, quindi anche la vita delle persone. Il networked workers è poco social e non perde mai il suo tempo nelle chat. Vita grama per il workaholic internauta: i blog non rientrano tra le sue frequentazioni sul web, neanche quando riguardano la propria professione (solo uno su dieci li consulta). Secondo questi risultati, il web è penetrato molto nell’ambito dell’ambiente di lavoro, permeandolo abbastanza, sebbene la vera rivoluzione comunicativa sia rappresentata dalla versatilità della mail. Al punto che la sua consultazione può portare a vere sindromi ossessivo-compulsive.    

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Impiegati digitali, perennemente online e stressati