Immigrati, per stagionali e autonomi click day per il visto d’ingresso

Domande online a partire dalle ore 8 del 21 aprile. Nessun decreto per i lavoratori subordinati

Via libera alle quote per gli immigrati: porte aperte per 80mila stagionali e quattromila autonomi. Il click day è fissato per il 21 aprile dalle ore 8, ovvero dopo la pubblicazione del decreto flussi in Gazzetta ufficiale.
Le domande devono essere solo online tramite il sito del ministero dell’Interno.

Il decreto flussi stagionali 2010 apre le frontiere a 80mila lavoratori immigrati, impiegati a “tempo” nell’agricoltura, nel turismo o nell’edilizia. All’interno di questa quota saranno ammesse le domande relative a:
1) lavoratori subordinati stagionali da Serbia, Montenegro, Bosnia-Herzegovina, Repubblica ex Jugoslavia di Macedonia, Kosovo, Croazia, India, Ghana, Pakistan, Bangladesh, Sri Lanka, Ucraina. E poi: da Tunisia, Albania, Marocco, Moldavia ed Egitto.
2) lavoratori non comunitari (di altre nazionalità) già titolari di permesso di soggiorno per lavoro stagionale negli anni 2007, 2008, 2009.

Inoltre con i flussi stagionali, l’Italia ammette l’ingresso anche di quattromila lavoratori autonomi. Tra i quali, mille ingressi sono riservati ai cittadini libici. E all’interno delle stesse quote, sono ammesse fino a un massimo di 1.500 conversioni di permessi di soggiorno per motivi di studio in permessi di soggiorno per lavoro autonomo.

La richiesta di visto d’ingresso per lavoro autonomo deve essere presentata alla rappresentanza diplomatica italiana nel Paese di origine del lavoratore, secondo le modalità indicate sul sito del ministero dell’Interno.

Immigrati, per stagionali e autonomi click day per il visto d’i...