I migliori paesi a misura di donne che lavorano

Prima la Danimarca, sorprende il Canada che si classifica al terzo posto – meglio dell’Olanda. E l'Italia?

L’Italia non è un paese per le donne che lavorano. A confermarlo una classifica, stilata dall’americana Wharton University in collaborazione con Us News & World Report, che ha seguito cinque parametri principali: parità di genere, diritti umani, parità di salari, sicurezza e welfare.

A trionfare nella classifica mondiale dei paesi per donne, senza nessuna sorpresa, la Danimarca. Il paese avrà anche i prezzi tra i più cari d’Europa, ma ha una legge sulla maternità e sul congedo parentale tra le più invidiate, sanità e istruzione gratis per tutti. E un sostegno alle famiglie che lavorano che aumenta in base al reddito.

Al secondo posto la Svezia, con Stoccolma che brilla in particolare per punteggio nella parità di genere e che conferma come i paesi scandinavi siano maestri nella parità di genere e nel sostegno alla famiglia. Qui le donne sono coccolate sia quando sono manager in carriera, sia quando sono mamme.

In Italia, al contrario, le donne sono spesso costrette a scegliere tra famiglia e carriera. E nonostante la promesse del governo, la strada resta in salita. Nella classifica della Wharton siamo solo sedicesimi: in Europa ci battono la Germania (settima), la Gran Bretagna (ottava), l’Austria (decima), la Francia (11esima), l’Irlanda (12esima) e persino la Spagna, 15esima. Peggio fanno solo la Grecia e i Paesi dell’Est, la cosiddetta Nuova Europa.

Nella top ten, oltre agli Scandinavi, ci sono l’Australia (quinta) e la Nuova Zelanda (sesta), mentre gli Stati Uniti sono solo 13esimi. In coda alla classifica, senza troppe sorprese, ci sono il Pakistan (59esimo) e l’Algeria (60esima).

Tra gli emergenti, il posizionamento migliore è quello della Cina, al 20esimo posto; la Russia è 29esima, la Turchia 39esima e l’India delle caste addirittura 44esima.

Leggi anche:
Donne: ecco perché si licenziano. E I bambini non c’entrano
10 professioni dove le donne sono pagate di più degli uomini
L’Istat dipinge un quadro disastroso del lavoro. Welfare fra i peggiori in UE
Pensione, part-time agevolato in uscita. Donne discriminate

 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I migliori paesi a misura di donne che lavorano