I colleghi odiosi? Ecco una lista di persone da evitare

Come riconoscere i colleghi odiosi sul luogo di lavoro: una guida per starne alla larga ed evitare che l'ufficio diventi fonte di stress e tensione

I colleghi odiosi sul luogo di lavoro sono una realtà talmente diffusa che due autori, Rick Brinkman e Rick Kirschner, hanno deciso di dedicare un libro all’intera categoria. A chi non è capitato di dover fare i conti con un collega insopportabile? Quante volte siamo stati costretti a dover cambiare stanza per evitare di scontrarci con qualcuno? Il libro si intitola “Dealing With People You Can’t Stand” ed è un vero e proprio manuale di sopravvivenza per evitare di soccombere e accumulare solo stress e tensioni. Gli autori ne hanno individuato alcune tipologie, ciascuna con una specifica caratteristica. I piagnucoloni sono quelli meno sopportabili: sempre pronti a lamentarsi e a contagiare tutti con il loro pessimismo perenne.

Anche i colleghi indecisi sono una categoria pericolosa: di fronte alle responsabilità delegano di continuo, evitando di esporsi in prima persona e temporeggiando il più possibile. Affini agli indecisi ci sono le persone passive, succubi di tutti e di ogni situazione. Si riconoscono tra tanti perché non manifestano mai apertamente il loro pensiero, rendendosi misteriosi e incomprensibili. Poi ci sono le cosiddette “yes person“, quelle perennemente positive, sempre ottimiste anche quando non sarebbe il caso, pronte a rispondere sì ad ogni proposta, anche la più nebulosa. Fanno da contrappeso le “no person“, quelle che al contrario scelgono il “no” come parola d’ordine per ogni progetto, idea o cambiamento.

Avete mai avuto a che fare con un “so tutto io?“: anche questa categoria di colleghi odiosi è particolarmente diffusa negli uffici. Si tratta di persone che si dichiarano massime esperte in ogni campo, ma che spesso commettono gravi errori per la loro stessa imperizia. Poi ci sono i colleghi definiti dagli autori “carro-armato“, quelli che distruggono qualsiasi cosa venga a contatto con loro. Sempre nervosi, tesi, arrabbiati con il mondo intero. Quando invece siete voi il bersaglio preferito allora siamo di fronte ad un collega-cecchino, simpatico nomignolo che definisce bene l’immagine di questa categoria, pronta in ogni istante a squalificare la vostra reputazione in ufficio e con i superiori.

A chiudere il cerchio dei colleghi odiosi ci sono i colleghi-granata, del tutto incontrollabili, capaci di distruggere qualsiasi progetto e tendenti facilmente al conflitto. Delle vere e proprie mine vaganti che potrebbero creare solo problemi alla vostra carriera lavorativa. Per riuscire a tenere alla larga queste persone, c’è poca scelta: o si assume un atteggiamento di totale indifferenza, o si prova a cambiare collega o lavoro, altrimenti si può provare a modificare il proprio atteggiamento, nella speranza che loro reagiscano in maniera differente nei vostri confronti.

Immagini: Depositphotos

Leggi anche:
Colleghi di lavoro invidiosi? 5 modi per tenerli a bada
Respingere le avances di un collega, ecco 5 consigli
Come respingere le avances del vostro capo ufficio

I colleghi odiosi? Ecco una lista di persone da evitare