Giovani e Lavoro: la disoccupazione cala al 37,9%. E grazie a “Garanzia Giovani” 200 milioni per i Neet

Giovani e lavoro, un binomio che stenta a decollare. Ma, per fortuna, non è tutto nero

(Teleborsa)Giovani e lavoro, un binomio che stenta a decollare. Sono loro, infatti, i più colpiti dalla crisi, molte volte messi all’angolo dal mercato del lavoro e costretti ogni giorno a fare lo slalom tra mille difficoltà economiche per costruirsi un futuro.
Un quadro tutto nero? No. Facciamo grigio al sapor di incoraggiamento. Se, infatti, il problema di trovare un’occupazione resta per i giovani una delle sfide più grandi di questi anni, forse la più ardua, ad allontanare qualche piccola nube, ci pensano i dati Istat.

Se, infatti, il tasso di disoccupazione a gennaio è rimasto stabile all’11,9%, una incoraggiante notizia riguarda quello giovanile che cala al 37,9% (-1,3 punti percentuali).

Bene anche gli “inattivi”. Nel periodo novembre-gennaio, la stima degli inattivi tra i 15 e i 64 anni nell’ultimo mese continua a diminuire (-0,3%, pari a -42 mila), confermando il trend di crescita della partecipazione al mercato del lavoro che caratterizza gli ultimi tre anni. Il calo interessa gli uomini e tutte le classi di età ad eccezione dei 15-24enni. Il tasso di inattività è dunque pari al 34,6%, in calo di 0,1 punti a gennaio su base mensile.

GARANZIA GIOVANI: AL VIA LE ASSUNZIONI PER I NEET – Ma le buone notizie per i giovani, per fortuna, non finiscono qui. Sono, infatti, operativi gli incentivi per le assunzioni dei Neet, Not (engaged in) Education, Employment or Training – ossia i giovani tra i 16 e i 29 anni non inseriti in un percorso di studi o formazione. Nella giornata di ieri, infatti, l’Inps  ha pubblicato la circolare 40/2017 che attua gli incentivi della nuova Garanzia Giovani.

Il bonus,  un vero e proprio tesoretto di 200 milioni di euro, fa sapere l’Inps, va spalmato in 12 quote mensili con decorrenza dalla data di assunzione del lavoratore.
Possono beneficiarne i privati che assumono i giovani iscritti all’apposito programma operativo nazionale: devono risultano disoccupati e dare la propria disponibilità al sistema informativo per svolgere subito un lavoro o partecipare alle misure di politiche attive del lavoro concordate con il centro per l’impiego.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Giovani e Lavoro: la disoccupazione cala al 37,9%. E grazie a “...