Giochi e scommesse, in Italia oltre 9.300 aziende attive nel settore

Napoli, Roma e Milano le città con più imprese legate al gioco

(Teleborsa) Sono 9.384 le imprese del gioco in Italia, un dato in crescita su tutto il territorio nazionale (+2,6%) ad eccezione della Lombardia, dove risultano in calo (-4,2%). E’ quanto emerge da una ricerca effettuata dalla Camera di Commercio di Milano. In particolare sono cresciute del 22% le attività connesse alla lotterie e alle scommesse e di quasi il 19% per la gestione di apparecchi con vincite in denaro. Per numero complessivo di attivita’, prima citta’ risulta Napoli con 1.163 (+9,6%). Seguono Roma con 734 (+5,8%) e Milano con 412 (-5,9%). Tra le prime dieci province ad aumentare di piu’ ci sono tre città del sud: Palermo (+26,8%), Salerno (+23,6%) e Catania (+18,2%).

Tra le regioni in testa alla classifica per numero di imprese, in Lombardia nel 2016 le aziende specializzate, tra sedi ed unita’ locali, sono diminuite del 4,2% passando da 1.170 a 1.121 (-25% dal 2014). Ma vanno bene le attivita’ di gestione di apparecchi che consentono vincite in denaro, +11,5% (+39,2% in due anni), che passano da 433 a 483 e rappresentano il 43% del settore e le altre attivita’ connesse con le lotterie e le scommesse che passano da 399 a 451 (+13% in un anno, +19,6% in due). La Lombardia rappresenta un ottavo del totale italiano (11,9%) ma un sesto se si considera solo la categoria di gestione di apparecchi. Milano e’ prima con 412 attivita’ (-5,9%), Brescia seconda, e decima a livello nazionale, con 146 (-4,6%) e Bergamo terza con 120 (-2,4%). Lo scorso anno, a livello nazionale, gli incassi in giochi e scommesse hanno superato 88 miliardi di euro, mentre l’erario ha beneficiato di 8 miliardi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Giochi e scommesse, in Italia oltre 9.300 aziende attive nel settore