Germania al bivio, manca manodopera. Più immigrati o niente pensioni

Per i principali istituti economici del paese incidono la mancanza di forza lavoro qualificata e le incertezze sul sistema previdenziale

Anche in Germania, la locomotiva d’Europa, infuria il dibattito sull’immigrazione: è il fattore che ha pesantemente indebolito Angela Merkel nell’ultima tornata elettorale, in una certa misura ‘punita’ per le sue aperture ai profughi, ma è allo stesso tempo il fattore che assicura stabilità al sistema pensionistico tedesco, gravato dall’emergenza demografica che riguarda l’intero vecchio continente. C’è poco da fare: l’Europa, piaccia o meno, si è legata mani e piedi al proprio calo demografico, se vuol tenere in piedi il sistema previdenziale non può che cercare altre risorse da fuori, con tutto ciò che ne consegue.

Secondo i principali istituti economici del paese – Ifo, Diw, Ifw, Rwi e Iwg – che hanno presentato nei giorni scorsi il rapporto di primavera, l’aria “si sta facendo sottile”. E questo per due ragioni principali: la mancanza di forza lavoro qualificata e le incertezze sul sistema previdenziale. Per aggirare il problema ci sono due soluzioni possibili: alzare l’età pensionabile dei tedeschi a 70 anni, oppure prevedere l’ingresso nel Paese di 500 mila migranti all’anno, in modo da aumentare il numero dei contribuenti.

Il governo, da poco in carica, vorrebbe mantenere la quota pensionistica almeno al 48% dello stipendio netto medio, lasciando lievitare i contributi previdenziali non oltre il 20% nei prossimi decenni. Ma a causa dell’invecchiamento della popolazione, stando agli esperti, alle regole attuali questo calerà invece entro il 2050 al 43%.

Secondo l’agenzia federale per la vigilanza finanziaria Bafin, inoltre, le casse previdenziali aziendali sarebbero in piena emergenza. “Una su tre è in difficoltà”, si legge nel tabloid Bild. La situazione nelle circa 130 casse tedesche è “più seria di due anni fa”, secondo l’organismo di sorveglianza. “Senza risorse aggiuntive alcune di queste non potranno più assicurare pienamente le loro prestazioni”, l’aggiunta.

Leggi anche:
Pensioni, Ue bacchetta l’Italia: “Spesa alta e protezione povertà inadeguata”
Pensioni, 2045 data limite: un terzo degli italiani sarà pensionato
Pensioni: in arrivo una Fornero bis
Il monito della Bce: riforma pensioni o conti a rischio
Pensione troppo bassa? Ecco come fare ricorso all’Inps
Calcola quale sarà la tua età pensionabile
Boom di pensioni in Italia: almeno un assegno a famiglia
In pensione più tardi ma con più soldi: nuovi assegni oltre i 1000 euro
Pensione: i requisiti per andarci nel 2019-2020

Germania al bivio, manca manodopera. Più immigrati o niente pens...