Galateo del lavoro: cosa fare e non fare quando si è all’estero

Quali sono le regole del galateo del lavoro all'estero che dovete assolutamente conoscere? Ecco come evitare figuracce nei viaggi d'affari in giro per il mondo

Esiste un galateo del lavoro all’estero? Quando si viaggia per affari è bene informarsi sugli usi e costumi locali per evitare figuracce, ma le abitudini non sono le stesse in tutto il mondo. Non a caso si dice ”Paese che vai, usanza che trovi”. Ecco alcune regole utili per lavorare fuori dall’Italia.

Più di 2 milioni di persone lavorano all’estero per un’azienda olandese. Se siete tra questi, il galateo del lavoro in Olanda vi impone innanzitutto la puntualità, caratteristica che è molto importante anche in Germania. Inoltre, i tedeschi tengono parecchio alla gerarchia: salutate per primi i capi, quando partecipate ad una riunione.

Se vi trovate a lavorare nel Regno Unito, ricordate che gli inglesi sono molto formali e amano le regole: meglio evitare sul lavoro comportamenti anticonvenzionali. Non stupitevi, però, se fuori dal lavoro i vostri colleghi sono persone completamente diverse: vita privata e professionale sono cose ben distinte.

La più importante delle regole del galateo del lavoro negli Stati Uniti è avere una stretta di mano decisa. Gli americani preferiscono chi sa andare dritto al punto, mentre non apprezzano chi è troppo modesto. Anche in Russia le persone sono molto dirette, al punto da sembrare brusche: non offendetevi. Per i russi l’apparenza conta parecchio, perciò curate sempre il vostro abbigliamento.

La regola principale del galateo del lavoro in Francia consiste nel saper parlare bene la lingua. I francesi tendono inoltre a guardare con sospetto chi scappa dall’ufficio non appena termina l’orario di lavoro, così come i cinesi. Se in Cina volete andare d’accordo con il vostro capo, cercate di non contraddirlo mai davanti agli altri.

In Arabia Saudita, ricordate di usare le parole ”Sayyed” (signor) e ”Sayedda” (signora) prima del nome dei colleghi ed evitate di offrire loro alcolici. In Spagna, invece, non lavorate troppo il venerdì pomeriggio: bisogna prepararsi per il week-end! Per legare con gli spagnoli, dovrete fare le ore piccole: le uscite dopo il lavoro finiscono raramente prima di mezzanotte.

Galateo del lavoro: cosa fare e non fare quando si è all’estero