Ferrero batte Google: è l’azienda più desiderata

La storica azienda di Alba ha battuto Google: studenti e giovani professionisti vorrebbero lavorare proprio qui

La ricerca del lavoro è un’attività che richiede pazienza e intraprendenza. Gli annunci ai quali ci si candida spesso sono tanti e in linea con le proprie competenze e attitudini, ma ci sono anche le aziende “preferite” dove un giovane vorrebbe lavorare.

La società svedese “Universum Global”, specializzata nell’employer branding, ha condotto una ricerca per stilare una classifica dei datori di lavoro che suscitano maggiore interesse tra i giovani con alle spalle un’esperienza che va dai 2 ai 12 anni. La ricerca, giunta alla sua 15° edizione, è stata condotta su un campione di oltre 40.000 studenti appartenenti a 44 università italiane e su 11.400 professionisti che lavorano nel Bel Paese.

E i giovani hanno risposto così: è la Ferrero l’azienda più desiderata all’interno del mercato del lavoro, da parte di coloro che hanno seguito un percorso di studi in Economia. La storica impresa, che ha fatto della nocciola la protagonista di creme spalmabili e tavolette di cioccolata, risulta essere anche prima all’interno del mercato del largo consumo.

Un risultato importante, appreso con grande entusiasmo e fierezza dal presidente e amministratore delegato della Ferrero, Alessandro d’Este, che ha affermato: “Siamo fieri di essere l’azienda più desiderata nel mercato del lavoro in Italia per i giovani professionisti con formazione economica e la prima in assoluto di tutto il largo consumo, nelle classifiche stilate da Universum”. Uno dei segreti del successo dell’azienda, come confermato dallo stesso d’Este, risiede nell’attenzione riservata al lavoratore e all’ambiente in cui presta la sua professionalità. Tra l’altro, solo pochi giorni fa, è arrivata la notizia secondo cui, la società leader nella produzione di cioccolato alla nocciola, avrebbe concordato un bonus in denaro da destinare ai propri dipendenti.

“Per noi – continua l’amministratore delegato del gruppo – l’azienda deve saper esprimere con coerenza e nei fatti un insieme di valori etici che i lavoratori condividano e di cui possano essere orgogliosi. Dobbiamo poi assicurare loro un luogo di lavoro in cui si sentano liberi di esprimersi, considerati e valorizzati, senza alcuna discriminazione”.

E la multinazionale di Alba ha battuto anche Google, il colosso dei colossi e unica società non italiana a far parte delle prime 5 posizioni in classifica. Quest’ultima, infatti, è l’impresa che riscontra maggiore attrattiva nei professionisti e negli studenti con alle spalle un percorso scientifico/ingegneristico e ha superato altri grandissimi nomi, come Microsoft e Amazon.

E se i professionisti in materie economiche vorrebbero lavorare in Google, Ferrero e Apple, quelli che hanno scelto un percorso umanistico prediligono il gruppo Mondadori, leader nell’ambito dell’editoria e della comunicazione.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ferrero batte Google: è l’azienda più desiderata