Ferrari: un premio di 5500 € per i dipendenti e nuove assunzioni in vista

I sindacati mostrano soddisfazione per il premio competitività riservato ai dipendenti e le oltre 70 assunzioni previste

Era successo poco tempo fa ai dipendenti Porsche, ora invece tocca all’italianissima Ferrari: i lavoratori della casa automobilistica di Maranello avranno un premio di oltre 5 mila euro.

La soddisfazione dei sindacati è tanta: Uilm-Uil di Modena, Fim Cisl Emilia Centrale e Fismic hanno definito “risultato straordinario” il premio di competitività 2018, riservato ai dipendenti della Ferrari e calcolato durante l’incontro con la direzione aziendale. Alberto Zanetti, segretario generale Uilm Modena ha dichiarato: “Durante lo scorso anno la Ferrari ha raggiunto un ottimo risultato sugli andamenti produttivi, di redditività e di qualità, che hanno permesso di conseguire obiettivi ancora migliori rispetto agli anni precedenti. Si tratta del miglior risultato di sempre, con buona pace di chi temeva di ‘lavorare gratis’. Ciò conferma la bontà di un impianto contrattuale che anno dopo anno raggiunge nuovi traguardi in linea coi programmi aziendali di crescita, sviluppo e occupazione”.

Dopo la casa tedesca Porsche, è quindi Ferrari a sorprendere con i dati positivi. Il premio arriva in un momento già positivo per la casa di Maranello, dopo che la firma del Contratto collettivo specifico di lavoro del gruppo Fca garantisce un aumento di 144 euro al mese nei 3 anni. Secondo i calcoli, saranno quasi la totalità dei 3600 dipendenti (nel dettaglio, si parla dell’86%) a prendere tra i 5.500 euro e i 5.892 euro, rispettivamente il 100% e il 107% del premio, con un bonus per chi non ha effettuato assenze. “È il premio più alto nella storia della Ferrari” ha dichiarato con entusiasmo il segretario generale della Fim Cisl Emilia Centrale Giorgio Uriti, che ha continuato: “Sono stati centrati in pieno tutti gli indicatori tra numero vetture prodotte, risultato economico operativo e qualità, che determinano il premio”.

Secondo quanto riferito dal segretario generale della Uilm di Modena, Zanetti, il premio di competitività è aumentato di più del 6% in un anno e, in più, è garantito un importo di 3.854 euro anche a chi non ha potuto lavorare con un massimo di 7 certificati di malattia. “Il saldo 2018 verrà erogato il 30 aprile e godrà della detassazione al 10%” ha continuato. La Ferrari ha inoltre ottenuto il record per la mancanza quasi totale di assenteismo tra i dipendenti, con un tasso dello 0,1%.

Non solo premio di competitività, ma anche assunzioni: grazie infatti allo sviluppo delle attività di produzione, in Ferrari verranno assunte 75 persone. Uriti della Fim Cisl Emilia Centrale ha concluso con un elogio, meritato, alla Ferrari: “Con il contratto aziendale firmato nel 2016 abbiamo accompagnato la crescita della Ferrari. Gli scettici non credevano tre anni fa che la Ferrari avrebbe prodotto più di 9 mila auto. La crescita del valore aziendale è arrivata soprattutto per merito della straordinaria competenza, disponibilità e professionalità delle donne e uomini della Ferrari”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ferrari: un premio di 5500 € per i dipendenti e nuove assunzioni in&...