Fase 2, doppio bando in arrivo per diplomandi e disoccupati

Boccia lavora a una task force con la protezione civile per definire due nuovi bandi di reclutamento di "assistenti civici" destinati a diplomandi e disoccupati

Sono in arrivo due nuovi bandi di reclutamento per “assistenti civici”, destinati a diplomandi e disoccupati. Lo ha anticipato il ministro per le Autonomie Francesco Boccia nel corso della videoconferenza governo-regioni.

È infatti in programma la formazione di una task force fatta di volontari per supportare le fasce più deboli della popolazione durante la fase 2 dell’emergenza coronavirus.

Il primo bando dovrebbe essere lanciato a giugno e riguarda i maturandi, un bacino di oltre 400mila ragazzi che potranno dare la propria disponibilità alle protezioni civili regionali per il periodo 1 luglio-31 agosto. Il loro compito sarà quello di dare una mano nelle attività sociali dei comuni: dagli anziani ai nuclei familiari in difficoltà, offrendo un supporto alla parte più debole della popolazione.

Il secondo bando sarebbe riservato a chi non ha vincoli lavorativi (anche percettori di Reddito di cittadinanza o chi usufruisce di ammortizzatori sociali) per attività sociali, per collaborare al rispetto del distanziamento sociale. Il bando sarà sempre su base volontaria, per impegnarsi al fianco dello Stato in attività di volontariato, coordinati dalla protezione civile.

Si raccoglierebbero le disponibilità e poi su base regionale verrebbero impiegati con il coordinamento della Protezione civile.

Per la figura dell’assistente civico c’è un bacino stimato di 2 milioni circa di italiani. Si potrebbe partire da gruppi da 10-15 mila arrivando almeno a 100 mila persone, secondo quanto riferito. Si pensa a un rimborso spese il cui importo è ancora da stabilire.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fase 2, doppio bando in arrivo per diplomandi e disoccupati