Davvero gli expat prendono stipendi da 21K?

Davvero gli expat guadagnano molto di più rispetto a quando vivevano nel loro paese d’origine? Ecco cosa c’è da sapere

Negli ultimi anni sono sempre di più le persone che viaggiano per lavoro e si stabiliscono all’estero per lunghi periodi.

Si tratta dei cosiddetti “expat”, ossia tutti coloro che decidono di andarsene dal proprio paese per lavorare in uno Stato che gli garantisce uno stipendio maggiore. Questa scelta può essere presa in maniera autonoma – una persona decide di andare a cercare lavoro da un’altra parte per avere una migliore condizione di vita – oppure decisa dall’azienda con il trasferimento del personale. Non tutti gli expat rimangono a vita in altri paesi: molti, infatti, si danno un termine ben preciso, passato il quale tornano a casa. Insomma, stanno fuori il periodo necessario a mettere da parte abbastanza soldi per il proprio obiettivo. Ossia comprare una casa nel proprio paese d’origine, mettere da parte i soldi della pensione, o stare in generale più tranquilli a livello economico. Ma davvero gli expat guadagnano ancora stipendi da capogiro?

La risposta è “Sì”. Ovviamente questo non riguarda tutti i paesi e tutte le mansioni. Ma ci sono alcuni luoghi in cui il costo della vita è molto basso, le tasse sono inesistenti e gli stipendi – se pagati da un’azienda estera che ha trasferito i suoi dipendenti – spesso molto alti. Se una persona fa una vita oculata e sta attenta a non spendere troppo, è in grado di mettere da parte dei risparmi e comprare ciò di cui ha bisogno.

Sono molte le persone che, dopo la crisi economica mondiale che ha colpito i paesi nel 2007, hanno deciso di espatriare. Secondo uno studio effettuato da HSBC, il 45% di chi si è trasferito ha dichiarato di guadagnare più soldi per lo stesso lavoro andando all’estero, mentre il 18% ha detto di aver ottenuto una promozione. Sempre secondo questa ricerca, un expat medio guadagna circa 21mila dollari in più all’anno rispetto a prima. Sono 22mila gli expat che sono stati intervistati da HSBC per il sondaggio. L’indagine ha coperto 163 paesi diversi. Dallo studio è risultato che i paesi con i salari medi più alti sono la Svizzera, gli Stati Uniti e Hong Kong. Non solo: gli expat acquisiscono anche maggiore esperienza e conoscenza e una volta tornati nel loro paese d’origine accedono alle posizioni più alte.

Davvero gli expat prendono stipendi da 21K?