Erasmus: fondi UE a 5 piattaforme che scommettono sulla sostenibilità

L'iniziativa prevede la creazione di 5 piattaforme curate da centri di eccellenza professionale che, dotate di un budget di 4 milioni di euro ciascuna.

La Commissione europea ha annunciato la proposta di un nuovo finanziamento a Erasmus+, il programma dell’Ue per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport in Europa, con l’obiettivo di “rispondere alle esigenze di un’economia innovativa, inclusiva e sostenibile”.

L’iniziativa prevede la creazione di 5 piattaforme curate da centri di eccellenza professionale che, dotate di un budget di 4 milioni di euro ciascuna, saranno incentrate su tematiche come l’innovazione verde, l’ecologia urbana, la micro elettronica, l’arredamento e il legno. Al centro anche il sostegno a grandi priorità europee come la crescita sostenibile, l’uguaglianza e l’inclusione sociale, la transizione verde e quella digitale.

Le cinque piattaforme – ha spiegato la Commissione Ue – saranno selezionate tra 55 candidature e vedranno collaborare insieme 167 organizzazioni partner provenienti da 17 Stati membri e altri 4 Paesi partecipanti al programma Erasmus+.

“L’Europa ha bisogno di una rivoluzione delle competenze che sia inclusiva e non lasci nessuno indietro. Per raggiungere tale obiettivo – ha affermato il vicepresidente per la Promozione dello stile di vita europeo, Margaritis Schinas – abbiamo recentemente presentato una nuova ambiziosa e innovativa strategia in materia di competenze. In tale scenario l’iniziativa sui centri d’eccellenza professionale contribuirà alla modernizzazione del settore, a beneficio dei giovani ma anche degli adulti che abbiamo bisogno di migliorare le proprie competenze o apprenderne di nuove. Questa iniziativa è volta a creare dei partenariati innovativi tra le imprese e il mondo educativo e a sviluppare attività integrative con diversi settori dell’educazione e della formazione”.

“L’insegnamento e la formazione professionale sono più importanti che mai. Dotare i cittadini delle competenze di cui hanno bisogno e che li aiuteranno a trovare un lavoro di qualità – ha commentato Nicolas Schmit, commissario per il Lavoro e gli Affari sociali – è uno dei nostri obiettivi in vista della ripresa nonché la chiave per la transizione verde e digitale. Le nostre iniziative in materia di eccellenza professionale continueranno a basarsi sull’innovazione, la collaborazione transnazionale e l’uguaglianza sociale”.

Lanciata nel quadro del programma Erasmus+ l’iniziativa – fa sapere la Commissione – ha suscitato un “vivo interesse”. Ad oggi sono, infatti, state presentate domande di finanziamento per 55 progetti che vedono il coinvolgimento di oltre 1300 organizzazioni provenienti da 27 Stati membri e da 25 Paesi terzi.

Con un bilancio complessivo di 14,7 miliardi di euro il programma Erasmus+ punta a dare a oltre 4 milioni di europei l’opportunità di studiare, formarsi, acquisire esperienza e fare volontariato all’estero.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Erasmus: fondi UE a 5 piattaforme che scommettono sulla sostenibilità