Embraco, congelati i licenziamenti. Se ne riparlerà a dicembre

(Teleborsa) – Altri 9 mesi per trovare la quadra ai licenziamenti di Embraco, 497 su 537 dipendenti. E’ stato deciso stamane 2 marzo 2018 al tavolo delMise convocato sulla crisi dell’azienda del gruppo Whirlpool a Riva di Chieri, che ha rinviato i licenziamenti dal 25 marzo al 31 dicembre.

“E’ stato raggiunto l’accordo per la sospensione dei licenziamenti”, ha annunciato il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda aggiungendo che il rinvio serve “per avere il tempo da recuperare per una reindustrializzazione su cui Embraco e Whirlpool si impegneranno anche economicamente. I lavoratori prenderanno lo stipendio pieno, non ci saranno part time e riduzione di orario. E questo sarà a carico dell’azienda”.

“La procedura di mobilità si conclude a fine anno – ha precisato il segretario Uilm Rocco Palombella nel corso dell’assemblea dei metalmeccanici in corso a Torino – . E’ quello che noi volevamo, abbiamo la possibilità in altri otto mesi di trovare la soluzione necessaria”.

“C’è più tempo per discutere e per trovare le soluzioni per salvare i posti di lavoro – dichiara il segretario generale Uil Carmelo Barbagallo – e per fare in modo che ci siano progetti che non siano basati sul nulla. Acquistare tempo è sempre positivo perché quello che oggi non si intravede potrebbe venir fuori fra qualche mese o fra qualche giorno. Acquistare tempo è necessario e in questo caso lo abbiamo fatto senza dare niente in cambio”.

Embraco, congelati i licenziamenti. Se ne riparlerà a dicembre