Disoccupati che non cercano più lavoro. Siamo i primi in Europa

Italia maglia nera continentale secondo i dati diffusi da Eurostat

Se i dati Istat sull’occupazione hanno fatto segnare una brusca frenata al calare degli incentivi del Jobs act, c’è un altro dato ancora più allarmente che riguarda l’Italia nell’ambito del lavoro: siamo infatti il Paese col maggior numero di disoccupati che hanno anche smesso di cercare lavoro, evidentemente stanchi o scoraggiati. Lo sostiene Eurostat, secondo cui il nostro Paese è in cima alla classifica con oltre 3,5 milioni di persone (circa il 14% della forza lavoro nazionale contro una media europea del 4,7%).

Quasi un terzo degli europei in questa condizione, secondo Eurostat, sarebbero proprio italiani. Il Belpaese è sempre stato primo in Europa per questa classifica, ma dal 2005 ad oggi la cifra degli scoraggiati è aumentata di 1 milione e 300 mila persone, mentre in Spagna, per fare un confronto, si è ridotta di 100mila unità.

Più nello specifico – si legge su InfoData del Sole 24 Ore – cercano un lavoro attivamente ma non sarebbero pronti ad accettarlo immediatamente poco più di 100 mila persone e il 60% degli inattivi che vorrebbero un lavoro è rappresentato da donne. Accanto agli “scoraggiati” coloro che invece cercano un lavoro attivamente ma non sarebbero pronti ad accettarlo immediatemente sono poco più di 100 mila. Al 60 per cento gli inattivi che però vorrebbero un lavoro è rappresentato da donne. Alle spalle dell’Italia si piazzano, distanziate, Croazia (9,2%), Lussemburgo (7,8%), Finlandia (7,7%) e Bulgaria (7,1%).

Leggi anche:
Jobs act, che flop: meno assunti e più voucher nel primo trimestre
Lavoro: l’effetto Jobs act è già finito. Gennaio negativo
Bankitalia: “Lavoro riparte per gli incentivi, non per il Jobs Act”
Jobs Act in sintesi. I contenuti del ddl lavoro in un’infografica
Il “buco” del Jobs Act: assunzioni fasulle per intascare soldi pubblici

Disoccupati che non cercano più lavoro. Siamo i primi in Europa
Disoccupati che non cercano più lavoro. Siamo i primi in Europa