DIS-COLL, cambiano i requisiti: le novità per l’indennità di disoccupazione dei Co.co.co

L'INPS comunica le nuove modalità di accesso all'indennità di disoccupazione per collaboratori. Verrà ampliato il bacino

Tra le varie misure del cosiddetto “Decreto Tutela Lavoro” (il D.L. 109 del 2019) il Governo ha inserito anche una norma che modifica – e semplifica – l’accesso alla DIS-COLL da parte dei lavoratori a tempo determinato iscritti alla gestione separata INPS.

Fino a oggi, per richiedere e accedere all’indennità di dioccupazione dei Co.co.co, infatti, era necessario che il lavoratore rispettasse parametri ben precisi. Prima di tutto, doveva trattarsi di un licenziamento (o, come si dice in gergo, doveva essere una disoccupazione involontaria). Inoltre, il richiedente doveva aver maturato almeno tre mesi di contribuzione nella Gestione separta INPS. Un criterio, quest’ultimo, che rappresenta un vero e proprio ostacolo insormontabile per una buona fettta di collaboratori a tempo determinato, che finivano così con il ritrovarsi senza lavoro e senza alcun sussidio economico.

Con il Decreto Tutela Lavoro, come accennato, l’accesso al DIS-COLL è stato notevolmente facilitato grazie alla revisione di uno dei parametri di accesso. In particolare, il numero di mesi di contribuzione versati alla Gestione separata INPS è stato ridotto, passando da tre a uno. Una mossa che amplia in maniera decisa il bacino di possibili lavoratori interessati alla misura di supporto nel caso in cui un collaboratore occasionale dovesse improvvisamente troversi senza più lavoro.

A comunicare le nuove modalità di accesso alla DIS-COLL è stata la stessa INPS, che si occupa di erogare materialmente il sussidio di disoccupazione. Con il messaggio n. 3606 del 4 ottobre 2019, l’Istituto di previdenza spiega in maniera dettagliata l’evoluzione storico-legale che ha portato alla creazione della DIS-COLL e le varie modifiche apportate al testo nel corso degli anni. Inclusa, ovviamente, l’ultima introdotta con il Decreto Tutela Lavoro. L’INPS, inoltre, fa sapere di aver aggiornato anche l’applicativo DsWeb, tramite il quale può essere presentata l’istruttoria delle domande.

La modifica alle modalità di accesso all’indennità di disoccupazione per i Co.Co.Co è valida solamente per i lavoratori che hanno perso il lavoro dopo il 5 settembre. Ossia, dal giorno di pubblicazione in Gazzetta ufficiale del testo del Decreto Legge 109 del 2019. Ricordiamo che la DIS-COLL viene corrisposta per un numero di mesi uguale alla metà dei mesi di contribuzione accreditati nel periodo che va dal 1° gennaio sino al giorno in cui si è stati licenziati. Comunque, la sua durata non può essere superiore ai 6 mesi.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

DIS-COLL, cambiano i requisiti: le novità per l’indennità di d...