Cosa significa la sigla TTIP

TTIP è il trattato transatlantico di liberalizzazione commerciale che mira ad armonizzare le normative, azzerare i dazi e tagliare le barriere tra USA e Unione Europea

La sigla TTIP (acronimo di Transatlantic Trade and Investment Partnership) si riferisce al trattato transatlantico di liberalizzazione commerciale che è in fase di negoziazione tra la Commissione dell’Unione Europea e il Governo USA. Si tratta di un importante e controverso accordo volto ad armonizzare le normative e a creare la più ampia zona di libero scambio al mondo; intesa che farebbe impallidire tutti i precedenti trattati in materia. Le trattative sono in corso dal luglio 2013 e sono svolte rigorosamente a porte chiuse.

La Commissione europea calcola che il TTIP potrebbe accrescere il valore dell’economia UE di 120 miliardi di euro, pari allo 0,5% del PIL, e dell’economia degli Stati Uniti di 95 miliardi di euro, ovvero lo 0,4% del PIL. Bruxelles sostiene inoltre che si creerebbero diversi milioni di posti di lavoro collegati alle esportazioni, mentre i consumatori potrebbero avvantaggiarsi di prodotti e servizi meno costosi. Il comparto che potrebbe trarre i maggiori benefici dal TTIP è quello delle industrie, soprattutto metallurgiche, alimentari, chimiche e automobilistiche.

L’obiettivo dell’accordo è quello di azzerare le barriere tariffarie, ovvero i dazi doganali imposti per controllare il commercio transfrontaliero, e tagliare le barriere non tariffarie, ovvero gli ostacoli normativi. Questi ultimi comprendono le leggi sulla sicurezza alimentare, le norme ambientali, le regole sanitarie e i regolamenti bancari. Visto che le normative a stelle e strisce sono molto meno severe di quelle europee, gli oppositori sostengono che il TTIP rischia però di indebolire molti importanti regolamenti UE. In pericolo gli alti standard europei in merito ai controlli e la protezione di prodotti tipici e marchi d’origine.

I negoziati sono stati condotti finora in gran segreto ma, nel Vecchio Continente, l’opposizione al TTIP è in continua crescita. Gli attivisti come Greenpeace rimarcano i potenziali pericoli derivanti dal trattato transatlantico che hanno dipinto come una vera e propria minaccia per la democrazia europea, come una perdita della sovranità delle singole nazioni e come una vittoria del privato sul pubblico. Si teme in particolare l’entrata in gioco degli Stati Uniti nella gestione dei servizi pubblici quali i trasporti, l’istruzione, l’acqua e la sanità. Milioni di persone in Europa hanno già firmato una petizione online contro l’accordo al vaglio dei governanti e la battaglia tra pro e contro prosegue.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cosa significa la sigla TTIP