Congedo parentale per la nascita del figlio: novità 2016

Tutto quello che c'è da sapere sulle nuove norme per il congedo parentale, sia obbligatorio che facoltativo, a favore dei neo papà lavoratori dipendenti per la nascita del figlio

Con l’entrata in vigore della nuova Legge di Stabilità sono state apportate delle modifiche alla normativa sul congedo parentale in favore del padre lavoratore dipendente per la nascita del figlio. Il congedo parentale 2016 è un benificio riconosciuto al padre naturale, adottivo o affidatario, di usufruire di giorni di assenza dal lavoro retribuiti, entro i primi 5 mesi di vita del proprio figlio.

Congedo parentale obbligatorio e facoltativo
Dal 2016 i giorni a disposizione per il congedo parentale obbligatorio del padre lavoratore dipendente è di 2 giorni, fruibili anche in modo non continuativo, durante o dopo il congedo obbligatorio per maternità della madre lavoratrice.
Con il congedo di paternità facoltativo il padre potrà usufruire di 1 o 2 giorni di astensione dal lavoro purchè la madre, in congedo, rientri a lavoro 1 o 2 giorni prima rispetto alla scadenza del congedo di maternità della madre lavoratrice.
I congedi di paternità devono essere fruiti per l’intera giornata di lavoro, non è possibile frazionarli in ore.

Retribuzione dei giorni di congedo parentale
La retribuzione dei giorni di congedo del padre lavoratore sono interamente a carico dell’Inps che corrisponderà una indennità pari al 100% della retribuzione spettante. Talvolta il pagamento dell’indennità di congedo viene anticipata dal datore di lavoro che la recupera attraverso i contributi versati mensilmente all’Inps.
La fruizione e la retribuzione è prevista anche nel caso in cui la madre rinuncia al proprio congedo di maternità.

Come richiedere il congedo parentale obbligatorio o facoltativo
La procedura di richiesta varia a seconda che l’indennità sia stata anticipata dal datore di lavoro o versata direttamente dall’Inps.
Nel primo caso, la richiesta dovrà essere fatta direttamente al datore di lavoro. La domanda in forma scritta deve essere presentata 15 giorni prima rispetto alla data in cui si intende fruire del congedo parentale obbligatorio e deve indicare la data dei giorni di astensione dal lavoro. Nel caso in cui la indennità sia direttamente erogata dall’Inps si dovrà fare domanda per via telematica direttamente all’Istituto o tramite patronato.
Nel caso si voglia fare richiesta per il congedo facoltativo alla domanda si dovrà allegare la dichiarazione della madre lavoratrice del rifiuto alla fruizione dei giorni del congedo di maternità per il numero di giorni fruiti dal padre con il congedo facoltativo. Tale dichiarazione dovrà pervenire anche al datore di lavoro della madre.

Immagini: Depositphotos

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Congedo parentale per la nascita del figlio: novità 2016