Concorsone per 4.900 posti nella PA: firmato il decreto

Firmato dal ministro Bongiorno il decreto per avviare il concorso per 4.902 unità nella Pubblica amministrazione e per 5.200 assunzioni nella amministrazioni centrali

È stato firmato il decreto per avviare il concorso per 4.900 posti nella Pubblica amministrazione oltre a 5.200 assunzioni nelle amministrazioni centrali. Non solo: sono stati anche autorizzati i fondi per ulteriori assunzioni e procedure concorsuali. È quanto ha stabilito il ministro della Pubblica amministrazione Giulia Bongiorno.

“Prosegue l’impegno del governo a investire nella Pa e a favorire l’ingresso di nuove leve. Ho appena firmato un decreto per avviare le procedure concorsuali per 4.902 unità e per autorizzare 5.220 assunzioni nelle amministrazioni centrali” afferma la nota del ministero.

“Con lo stesso provvedimento, – aggiunge la Bongiorno – ho inoltre autorizzato l’utilizzo di oltre 35 milioni di euro per finanziare ulteriori assunzioni e nuove procedure concorsuali. Ora il decreto sarà trasmesso al ministero dell’Economia e delle Finanze per la controfirma del ministro Giovanni Tria”.

L’annuncio arriva dopo che i sindacati avevano sottolineato che nei prossimi tre anni 500.000 dipendenti della Pubblica Amministrazione lasceranno il proprio posto di lavoro perché andranno in pensione per l’effetto combinato di varie misure di riduzione della spesa adottate degli ultimi anni, tra pensioni di vecchiaia, Opzione donna, pensioni anticipate e Quota 100. Da qui l’urgenza di nuove assunzioni grazie allo sblocco del turn over di compensazione al 100 per cento, per effetto del quale, spiega il ministro della Pa Giulia Bongiorno, “le Pa potranno reinvestire sui nuovi assunti ciò che risparmiano con i pensionamenti”.

Concorsone per 4.900 posti nella PA: firmato il decreto