Concorso scuola, le commissioni usano il “taglione” e in Calabria nessuno passa all’orale

(Teleborsa) – Brutte notizie per gli aspiranti insegnanti, le commissioni del Concorso usano il “taglione”: in Calabria su 23 candidati nessuno passa all’orale. Il record, sino ad ora, si era verificato in Sardegna per il sostegno alle medie, dove era stato ammesso all’orale un solo candidato. In Calabria, per la classe di concorso A18, si è andati oltre.

Per gli esperti di scuola, sembra inverosimile che tanti docenti, abilitati dalle Università, non siano in grado di superare una prova che avrebbe dovuto essere tarata per verificare la capacità d’insegnamento. Si sono ipotizzate, quindi, altre cause del mancato superamento: incongruenza dei quesiti, tempo a disposizione, formazione dei commissari diversa da quella dei candidati, inadeguatezza dei quesiti e dei percorsi di abilitazione. Ad ogni modo, la situazione che si sta delineando deve far riflettere chi di dovere, al fine di evitare per il futuro un simile scenario che sta umiliando tanti docenti.

“Questi insegnanti non avevano nulla da dimostrare, se non il proprio livello di competenza nello svolgimento della didattica. Invece, si è trasformato il concorso in una verifica delle discipline, andando a cavillare su conoscenze già affrontate dai candidati sia all’Università sia durante i corsi di abilitazione”, denuncia Marcello Pacifico, presidente del sindacato della scuola Anief.

“Viene da chiedersi – prosegue – a chi possa giovare questa strage degli innocenti, visto che a settembre, in alta percentuale saranno sempre docenti respinti a prendere in carico le cattedre vacanti”. 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Concorso scuola, le commissioni usano il “taglione” e in C...