Concorso scuola, l’appello del ministro agli esclusi: “Non fate ricorso”

Il ministro Stefania Giannini invita i sindacati a non fare ricorsi contro il concorso scuola 2016 per l'ammissione degli esclusi

Il ministro Stefania Giannini ricorda che il concorso scuola 2016 rappresenta una grande opportunità per i docenti della scuola, definendolo in linea con la Costituzione.

Ma soprattutto invita i sindacati a non promuovere i ricorsi a favore dei docenti non abilitati, in quanto boicottare “questa straordinaria opportunità offerta al mondo della scuola… non sarebbe una scelta vincente”.

Dall’uscita dei bandi di concorso, numerosi sindacati e studi legali si sono attivati per definire le categorie escluse e che possono chiedere l’ammissione al concorso con riserva, presentando ricorso al Tar. Si tratta di docenti privi dell’abilitazione (requisito primario) o che non la otterranno in tempo per la fine di marzo (come gli attuali abilitandi PAS).

Per questo motivo il ministro dell’Istruzione ha sentito il bisogno di fare un appello ai microfoni di Radio24: “Credo che non sarebbe una scelta vincente quella di affidare il mondo della scuola a tribunali amministrativi e a carte bollate. Il concorso offre un’occasione a un’amplissima platea e il Miur ha impostato questo lavoro in maniera seria e rigorosa”.

La Giannini è fermamente convinta che il concorso a cattedra darà alla scuola “quello di cui ha bisogno”, ovvero docenti giovani che avranno la possibilità di confrontarsi col proprio talento: “Lasciamo che i giovani possano confrontarsi con la loro vocazione e il loro talento, affinchè possano svolgere uno dei mestieri più belli al mondo: diamo alla scuola quello di cui ha bisogno”.


Leggi anche:

Come prepararsi per il concorso scuola 2016
Scuola, si sblocca il concorso per 200mila prof: le novità
Concorso Scuola, scoppia il caso degli educatori esclusi

 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Concorso scuola, l’appello del ministro agli esclusi: “Non...