Concorso Ispettorato del Lavoro per 1.249 posti, iscrizione fino al 14 marzo 2022

Concorso INL, si avvicina la scadenza del 14 marzo. L’assunzione è a tempo indeterminato con inquadramento nell’area III, posizione economica F1.

Stanno per scadere i termini per la presentazione delle candidature al concorso Ispettorato del Lavoro. C’è tempo fino alle ore 14.00 di lunedì 14 marzo per l’iscrizione alla selezione di 1.249 profili di ispettore tecnico, funzionario di area informatica e funzionario socio statistico economico.

Il bando prevede una selezione per titoli ed esami di unità di personale non dirigenziale a tempo indeterminato da inquadrare nell’Area IIIposizione economica F1, per vari profili professionali che saranno poi ripartiti tra Roma e le diverse sedi territoriali.

Concorso Ispettorato del Lavoro: scadenza il 14 marzo

La domanda può essere presentata fino alle 14,00 del 14 marzo 2022.

Il candidato dovrà inviare la domanda di ammissione al concorso esclusivamente per via telematica, attraverso il sistema pubblico di identità digitale (SPID), compilando il modulo elettronico sul sistema Step-One 2019, previa registrazione del candidato. Si ricorda che i candidati dovranno essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a loro intestato.

Concorso Ispettorato del Lavoro, i profili

Il concorso punta all’occupazione di 1.249 posti di personale non dirigenziale a tempo indeterminato da inquadrare nell’area III, posizione economica F1, nei profili di seguito indicati dei ruoli dell’Ispettorato nazionale del lavoro, secondo la seguente ripartizione:

  • 1.174 profili ispettore tecnico (Codice ISP) da destinare alle sedi di Roma e alle sedi territoriali dell’ispettorato nazionale del lavoro;
  • 25 profili funzionario area informatica (Codice INF) da destinare alle sedi di Roma e alle sedi territoriali dell’ispettorato nazionale del lavoro;
  • 50 profili funzionario socio statistico economico (Codice STAT) da destinare alle sedi di Roma e alle sedi territoriali dell’ispettorato nazionale del lavoro.

Il trenta per cento dei posti è riservato ai volontari in ferma breve e ferma prefissata delle Forze armate congedati senza demerito ovvero durante il periodo di rafferma, ai volontari in servizio permanente, nonché agli Ufficiali di complemento in ferma biennale e agli ufficiali in ferma prefissata che hanno completato senza demerito la ferma contratta, ove in possesso dei requisiti previsti dal bando.

Concorso Ispettorato del Lavoro, i requisiti

Per l’ammissione al concorso sono richiesti i seguenti requisiti, che devono essere posseduti alla data di scadenza dei termini per la presentazione della domanda di partecipazione, nonché al momento dell’assunzione in servizio:

  • per il profilo ispettore tecnico (Codice ISP): cittadinanza italiana. Per il profilo funzionario area informatica (Codice INF) e
    per il profilo funzionario socio statistico economico (Codice STAT): cittadinanza italiana ovvero cittadinanza di altro Stato membro dell’Unione europea. Sono ammessi altresì i familiari di cittadini italiani o di un altro Stato membro dell’Unione europea, che non abbiano la cittadinanza di uno Stato membro, ma che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, nonché i cittadini di Paesi terzi titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria;
  • età non inferiore ai diciotto anni;
  • possesso dei seguenti titoli di studio:
    – laurea;
    – diploma di laurea;
    – laurea specialistica;
    – laurea magistrale.
  • idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero non essere stati dichiarati decaduti o licenziati da un impiego statale;
  • non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
  • per i candidati di sesso maschile, posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva secondo la vigente normativa
    italiana.

News, approfondimenti, analisi e interviste: scopri il canale ufficiale Telegram di QuiFinanza e rimani aggiornato su tutte le ultime notizie