Concorsi pubblici, cambia il protocollo di sicurezza: le nuove regole

Concorsi pubblici, via l’obbligo di tampone e green pass, cambia la durata delle prove: il nuovo protocollo di sicurezza per lo svolgimento delle prove concorsuali

Sono state aggiornate le regole per lo svolgimento dei concorsi pubblici in sicurezza. Con un’ordinanza del ministro della Salute del 25 maggio 2022 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 31 maggio, vengono introdotte nuove modalità per lo svolgimento delle prove concorsuali.

Concorsi pubblici, stop a tampone e green pass

Nel nuovo protocollo di sicurezza per i concorsi pubblici, viene cancellato l’obbligo per i partecipanti ai concorsi di esibire un tampone negativo, così come viene meno la verifica preventiva del green pass.

Decadono anche il controllo della temperatura corporea e la predisposizione di aree dedicate al triage, ma resta fermo l’obbligo di indossare la mascherina FFP2 per tutto il periodo di permanenza nella sede dove si svolgono le selezioni e di rispettare una distanza interpersonale di almeno 1 metro. Chiunque si rifiuterà di indossare i dispositivi di protezione non porrà partecipare alle prove. Lo stesso varrà per chi indossa mascherine chirurgiche o di altro tipo, mentre le Ffp2 portate da casa non sono valide. Saranno le amministrazioni a rendere disponibili le mascherine FFP2 e i candidati potranno utilizzare in sede di concorso esclusivamente i dispositivi forniti.

Concorsi pubblici, la nuova durata delle prove

Cambia la durata massima delle prove, che non è più di 60 minuti come previsto dal precedente protocollo, ma avrà una durata massima di tre ore, con sessioni distanziate nel tempo, così da consentire il deflusso dei candidati e le operazioni di pulizia.
I concorsi verranno organizzati sempre in strutture decentrate, in base al numero e alla provenienza geografica dei candidati
Secondo il documento ci saranno percorsi a senso unico di ingresso e uscita nell’area concorsuale (con appositi cartelli), dispenser di igienizzanti in ogni angolo e divisori in plexiglass per gli operatori che identificano i candidati. Durante i concorsi non sarà permesso consumare alimenti: si potranno solo bere bevande. Le tracce saranno comunicate sempre a voce tramite altoparlante e non consegnate per iscritto.

Tutti i candidati devono poi presentarsi alle prove da soli, così da evitare ogni possibile assembramento e dovranno firmare un’autodichiarazione in cui dicono di non essere sottoposti ad isolamento da Covid 19. Con il nuovo regolamento, quindi, vengono sostituite integralmente tutte le precedenti regole fissate dal decreto del 15 aprile 2021.