Come riconoscere e combattere il burnout e lo stress da lavoro

Lo stress sta diventando un fenomeno sempre più frequente, tale da essere considerato una vera e propria malattia che si ripercuote sulla salute umana

Lo stress rappresenta senza ombra di dubbio uno dei mali psicologici del secolo. Si tratta di uno stato di tensione sia fisico che mentale. Di solito è difficile gestirlo e molto spesso compromette la serenità della persona. Lo stress viene identificato nella cosiddetta sindrome di burnout, causata dalla quotidianità.

Una delle motivazioni principali è il lavoro: studi recenti dimostrano che all’incirca un lavoratore su quattro è stressato dal lavoro. Comincia ad essere pericoloso nel momento in cui diventa cronico.
Si tratta di un vero e proprio processo che si suddivide in ben tre fasi.

  • Prima di tutto l’organismo avverte delle sensazioni che comportano in seguito degli stati psicologici come l’ansia, l’affanno e il battito del cuore accelerato.
  • In seguito vi è la fase della resistenza, in cui l’organismo percepisce un disagio ma cerca di non farsi sopraffare da questo.
  • Infine, vi è l’esaurimento che si manifesta nel momento in cui lo stimolo è incessante, per cui nasce un vero e proprio problema psicologico ma non si hanno gli strumenti per fronteggiarlo.

Numerosi sono i motivi che potrebbero portare all’insorgenza dello stress. Innanzitutto una mole eccessiva di lavoro rispetto al tempo a disposizione. Tutto ciò potrebbe comportare una certa tensione da cui conseguono dei risultati deludenti. Anche dimostrare incertezza nei ruoli che si occupano nell’ambito lavorativo comporta stress in alcune persone. Capita di ricoprire dei ruoli non ben precisi per cui anche l’andamento lavorativo potrebbe essere oscillante. Non meno potrebbe influire la pressione ricevuta da un datore di lavoro, che critica i propri dipendenti o favorisce qualcuno a discapito di chi è più meritevole. Ciò causa una tensione tra i colleghi con dei veri e propri conflitti. Diminuisce così l’autostima personale.

Lo stress può manifestarsi in diversi modi, come ad esempio una cattiva digestione, dolori muscolari, mal di testa forti, affaticamento. Inoltre, è bene sapere che se lo stress è cronico si possono compromettere le emozioni creando situazioni di depressione, ansia, disperazione e sintomo di impotenza.

Una situazione molto simile è il burnout, che rappresenta lo stress che colpisce le persone nel settore lavorativo, il quale affliggerà cosi tanto il diretto interessato da renderlo incapace di svolgere le proprie mansioni lavorative. Per alcuni ricercatori, questa è definita come una vera e propria patologia.

Immagini: Depositphotos

Leggi anche:
Capo stressante? Ecco cinque consigli per affrontarlo
I lavori più stressanti (e quelli meno) del 2016
Stress da lavoro in aumento: le cause e le possibili soluzioni

Come riconoscere e combattere il burnout e lo stress da lavoro