Come funziona MyANPAL, l’app che trova lavoro per chi ha il reddito di cittadinanza

Ideata dall'Agenzia per le politiche attive sul lavoro, fa incontrare domanda e offerta di lavoro per inoccupati

Continuano a incastrarsi le varie tessere della cosiddetta “fase 2” del Reddito di Cittadinanza. Dopo l’assunzione dei 2.980 navigator arriva il momento della piattaforma MyANPAL.

Pubblicata in queste ore, la piattaforma è un tassello fondamentale per l’entrata a pieno regime del Reddito di Cittadinanza. I beneficiari del sussidio, infatti, saranno convocati nelle prossime settimane dalle sedi provinciali e locali dei Centri per l’Impiego per la sottoscrizione del Patto per il Lavoro, con il quale si impegnano a rispettare i termini previsti per l’erogazione del RdC. Oltre a dover prestare servizio in progetti di pubblica utilità per almeno 8 ore la settimana, dovranno anche cercare attivamente lavoro grazie al supporto dei navigator e dei Centri per l’Impiego.

La piattaforma MyANPAL nasce proprio con lo scopo di facilitare il lavoro dei navigator e dei Centri per l’Impiego, offrendo un’interfaccia semplice e intuitiva grazie alla quale cercare nuove offerte di lavoro. Ovviamente, il nuovo applicativo realizzato dall’Agenzia nazionale per le politiche attive sul lavoro potrà essere utilizzato anche da aziende che cercano nuovo personale e da disoccupati o inoccupati che, per un motivo o per un altro, non hanno potuto accedere al reddito di cittadinanza.

Il funzionamento di MyANPAL ricorda molto da vicino quello di qualunque altra piattaforma per la ricerca di lavoro. Si propone, quindi, di far incontrare domanda e offerta di lavoro, consentendo alle imprese di trovare i profili più adeguati alle loro necessità. Allo stesso tempo, gli inoccupati potranno cercare offerte di lavoro nella loro zona e, nel caso la trovassero, entrare in contatto con l’azienda.

Per utilizzare MyANPAL ci si dovrà prima di tutto iscrivere, creando un profilo personale e indicando un indirizzo di posta elettronica da utilizzare in fase di accesso. Terminato questo primo passaggio, riceveremo un messaggio di posta elettronica con password e credenziali di accesso: una volta all’interno dell’area personale potremo creare il curriculum vitae digitale, all’interno del quale inserire la propria formazione scolastica e le esperienze lavorative di rilievo. I curriculum verranno inseriti anche nella piattaforma EURES e saranno così visibili anche alle aziende europee in cerca di nuovo personale.

Grazie al CV di MyANPAL, le aziende che aderiscono alla piattaforma potranno visualizzare il vostro profilo e, nel caso ritenessero che sia in linea con le loro necessità, potranno contattarvi per un colloquio o per offrire direttamente il posto di lavoro.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come funziona MyANPAL, l’app che trova lavoro per chi ha il redd...