Come essere produttivi quando si lavora da casa

Sempre più persone lavorano da casa, tra lavori veri e duraturi, e piccole opportunità di guadagno su internet, la vera sfida è come essere produttivi.

Le ultime tendenze del mondo del lavoro hanno mostrato una crescita del lavoro da casa. Se si gira qualche minuto su internet si trovano migliaia di offerte di lavoro da casa. Per i lavoratori nulla di più semplice, ci si alza la mattina e si comincia a lavorare standosene seduti sul divano di casa propria. Sembrerebbe la panacea a tutti i problemi del lavoro, niente più alzatacce, niente più code per la strada, niente stress, niente pranzo al volo pieno di grassi. Il vero problema viene proprio a dover lavorare tra le mura domestiche, e qui la disciplina deve essere monastica. Bisogna alzarsi e rendersi operativi anche se non si deve timbrare alcun cartellino, bisogna essere concentrati anche se le distrazioni sono a portata di mano, si possono fare delle pause ma senza dilungarsi troppo.

I lavori più frequenti sono il blogger, il giornalista, l’operatore di call-center, ma è anche possibile gestire e-commerce di vario tipo, eseguire traduzioni, ma anche fare un normalissimo lavoro d’ufficio a distanza.
Lavorare da casa porta indubbiamente dei bei vantaggi, in particolar modo in termini di flessibilità ed indipendenza. Ci si organizza da soli la propria giornata di lavoro, non si viene disturbati da colleghi molesti, non ci si sente sotto stretta sorveglianza del proprio datore di lavoro. Un altro aspetto di sicuro vantaggio è il risparmio di denaro, niente più viaggi in auto, niente pasti al ristorante o in tavola calda, se si hanno bambini piccoli possiamo addirittura evitare di pagare una baby sitter e tenerci i bambini a casa.
Insomma, niente più stress da lavoro, si finisce di lavorare e già si è a casa pronti ad uscire e dedicarci ai nostri hobby preferiti.

Ma il lavoro da casa non è un’isola fantastica dove abbiamo trovato soluzione a tutti i nostri problemi. Il rischio che maggiormente si corre è di essere improduttivi.
Il primo impedimento è quello di sentirsi fuori contesto, se si lavora in squadra, il mancato confronto con i colleghi non ci fa rendere partecipi degli obiettivi dell’azienda e dunque gli stimoli alla produttività calano e si rischia di non lavorare efficientemente.
Un altro aspetto negativo del lavoro da casa è il rischio di non avere una vita regolare. La flessibilità di orario nel lavoro può portare al rischio di estraniarsi dalla vita quotidiana, ci si alza tardi, si fanno pasti fuori orario, magari si lavora di notte.
Insomma, ciò che serve è un forte autocontrollo che ci permetta di avere una disciplina ferrea pur lavorando da casa.

Immagini: Depositphotos

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come essere produttivi quando si lavora da casa