Colloquio di lavoro: come rispondere alle domande più frequenti

Ansia da colloquio? Ecco qualche suggerimento per rispondere alle domande più frequenti

Esistono dei trucchi per superare brillantemente un colloquio di lavoro? Ovviamente sì. In tutte le interviste vengono poste alcune domande ricorrenti, facilmente prevedibili. Ecco le risposte migliori per fare buona impressione.

Ci racconti un po’ di Lei
È il tipico incipit di un colloquio. La domanda è talmente generica che a volte può lasciare spiazzati. Concentratevi su quello che si sta facendo al momento, sulle esperienze pregresse, sulle qualifiche e le competenze che vi rendono adatti a ricoprire la posizione per cui vi state candidando.

Ci parli del suo attuale lavoro
Questa domanda è d’obbligo. Rispondete descrivendo il vostro lavoro attuale e sottolineando gli aspetti più rilevanti rispetto alla posizione offerta.

Perché vuole cambiare lavoro?
Se vi fanno questa domanda, è meglio mettere da parte le frustrazioni. Sottolineate piuttosto la necessità di fare una nuova esperienza professionale: di solito fa una buona impressione.

Quali sono i suoi pregi e difetti?
Dal momento che viene chiesto spesso, meglio avere una risposta pronta. Essere incerti nel descrivere i propri pregi vi farà infatti sembrare insicuri; viceversa, l’incapacità di fare autocritica può essere interpretata come arroganza. Evitate anche i falsi difetti: potrebbero risultare fastidiosi.

Perché vuole lavorare per noi?
Fate attenzione: può essere un trabocchetto. L’obiettivo è valutare l’interesse del candidato per l’azienda, quindi dovrete dimostrare di esservi informati e di conoscerne i punti di forza. Tra le motivazioni più apprezzate solitamente figurano la possibilità di crescita, la ricerca di nuove opportunità, il desiderio di avere maggiori responsabilità.

Come si vede fra 10 anni?
Di fronte a questa domanda non è sbagliato mostrare un po’ di ambizione: essere motivati e avere degli obiettivi sono in genere dei punti a favore. Attenzione però a non mostrarvi presuntuosi. Rassicurare i propri interlocutori che la posizione offerta è esattamente quello che state cercando e che intendete prendere un impegno a lungo termine è la risposta più efficace.

Immagini: Depositphotos

Leggi anche:
Lavoro: come creare il curriculum sul portale Eures
Come scrivere un curriculum in 7 mosse. I consigli del Ministero
Curriculum, ecco cosa non scriverci

Colloquio di lavoro: come rispondere alle domande più frequenti