Chiusi per crisi: negozi, quante saracinesche giù negli ultimi 10 anni

E' record di chiusura nei centri storici . Lo rivela l'Ufficio Studi di Confcommercio

(Teleborsa)  Un calo vertiginoso e tante (troppo) saracinesche giù. Negli ultimi 10 anni i negozi sono calati di quasi 63mila unità (-10,9%) a fronte di un aumento di quasi 40mila unità (+13,1%) di alberghi, bar e ristoranti e di una crescita del 77,6% del commercio on-line o porta a porta.

È la fotografia, di certo non incoraggiante, scattata da Confcommercio nell’indagine “Imprese e città”  sull’evoluzione delle attività commerciali, turistiche e dei servizi, dai centri storici alle periferie delle città.

SI SPENGONO LE LUCI IN CENTRO – A cambiare volto soprattutto i centri storici di 120 città medio-grandi, ad esclusione di Roma, Napoli e Milano che non sono state inserite nell’analisi, dove la riduzione dei negozi è stata dell’11,9%.
COLPA DEL CANONE  – Una scelta praticamente obbligata. La decisione di abbandonare i centri storici – ha evidenziato Confcommercio – è determinata soprattutto dagli alti canoni di locazione che inducono i commercianti a spostarsi verso le periferie.

ABBIGLIAMENTO E ALIMENTARI GIU’, TECNOLOGIA E FARMACIE SUA farne le spese soprattutto i negozi tradizionali, come quelli alimentari e dell’abbigliamento, mentre sono cresciuti gli esercizi legati alla tecnologia (Ict) e le farmacie. In forte crescita anche il commercio ambulante, in particolare al Sud, con fenomeni di rilievo a Palermo (+259%)

BOOM IMPRESE STRANIERE – Non solo record negativi e dati poco incoraggianti. Nell’analisi dell’Ufficio Studi si evidenzia anche il boom delle imprese commerciali straniere in Italia. Negli ultimi cinque anni, tra il 2012 e il 2017, sono infatti aumentate del 26,2% mentre le imprese commerciali italiane sono calate del 3,6%. In generale le imprese straniere registrate nel Paese, dunque sono solo quelle commerciali, sono aumentate del 23% a fronte di un calo del 2% di quelle italiane. Nel complesso dell’economia gli occupati italiani sono aumentati, sempre negli ultimi cinque anni, dello 0,6% mentre quelli stranieri sono cresciuti dell’15,2%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Chiusi per crisi: negozi, quante saracinesche giù negli ultimi 10&nbs...