Chi si laurea in queste Università guadagnerà molto di più

Studiare conviene. In alcune università più che in altre

Se in America il Financial Times evidenzia come la laurea sia sempre meno importante se si vuol diventare miliardari, per chi si accontenta di un po’ meno pare che il corso di studi accademici abbia ancora il suo peso. In alcune Università più che in altre. E si tratta, come prevedibile, degli atenei delle maggiori città, quelle con i nomi più altisonanti e dalla tradizione consolidata.

Nel nuovo “University Report 2016” di JobPricing vengono messi a confronto titolo di studio conseguito, ateneo frequentato, stipendio e carriera lavorativa. ne emergono numeri interessanti che andiamo ad analizzare.

RETRIBUZIONI – Il primo dato evidente è che la retribuzione annua lorda (Ral) media dei non laureati è nettamente inferiore a quella dei laureati (27.129 euro contro 39.493 euro) e la forbice si amplia maggiormente quado si va a considerare la retribuzione globale annua, comprensiva di un’eventuale quota variabile (si passa da 27.880 euro vs. 41.480 euro). Nei livelli di istruzione salta all’occhio come la Ral di chi esce dalle scuole dell’obbligo (24.812 euro) sia quasi la metà rispetto a quella da chi è all’estremo opposto, un dottorato di ricerca (46.604).

Del resto la percentuale di dirigenti e quadri è più elevata tra i laureati con almeno 5 anni di carriera universitaria, in tutti i casi sopra il 25%, mentre tra i non laureati la percentuale di profili inquadrati come Dirigenti e Quadri non supera mai il 5%.

QUALI UNIVERSITA’ – Chi ha frequentato una università del Nord guadagna mediamente il 13% in più rispetto a chi ha frequentato un ateneo al Sud (e Isole), mentre i valori retributivi medi di Nord e Centro sono molto più vicini. Lo studio di Jobpricing ha messo in fila le università che danno maggiore speranza di guadagno, sia immediatamente al conseguimento della laurea sia in una prospettiva di carriera lavorativa. Nella prima fase di carriera (dai 25 ai 34 anni), i primi 4 atenei sono la Bocconi (34.637 euro), il Politecnico di Milano (32.936 euro), l’Università Cattolica del Sacro Cuore (32.048euro) e la LUISS Guido Carli (31.184 euro). Fanalino di coda sono le università di Messina e Cagliari, con una RAL media inferiore a 27.500 euro.

Leggi anche:
Qual è la migliore Università d’Italia? le risposte di Virgilio Genio
Financial Times: per diventare miliardari non serve la laurea
Progetto Erasmus: quanto può essere utile
Le 5 migliori università mba europee secondo il Financial Times

 

 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Chi si laurea in queste Università guadagnerà molto di più