Cassa integrazione, come funziona la nuova piattaforma Inps

Cassa integrazione, nasce un nuovo servizio per la presentazione della "Domanda unificata UNI– CIG"

Nasce un nuovo servizio per la presentazione della “Domanda unificata UNI– CIG” per i trattamenti di cassa integrazione in deroga, deroga ”plurilocalizzata” e per l’assegno ordinario con causali Covid-19. Gli obiettivi del nuovo servizio sono due:  da un lato rinnovare e semplificare le procedure di gestione degli ammortizzatori sociali, dall’altro ridurre i tempi di definizione e di liquidazione delle prestazioni.

Nuova piattaforma UNI-CIG: le istruzioni Inps

La nuova modalità di presentazione della domanda di cassa integrazione riguarda tutte le tipologie di richieste, ma per l’operatività si parte dalle causali Covid 19:

  • assegno ordinario;
  • cassa integrazione guadagni in deroga (CIGD);
  • cassa integrazione guadagni in deroga “plurilocalizzata”.

Per le prestazioni ordinarie si dovrà ancora attendere. Nel messaggio Inps si legge che “Non rientrano in questo primo rilascio, sia la prestazione CIGO, sia quella dell’assegno ordinario con causali ordinarie, per le quali la procedura sarà rilasciata in una fase successiva, rendendo così UNI-CIG la modalità unica di presentazione delle domande di integrazione salariale da inviare all’Istituto”.

È comunque prevista una fase transitoria, durante la quale i datori di lavoro e gli intermediari potranno usare anche i canali di trasmissione delle istanze attualmente in uso.

Nuova piattaforma UNI-CIG: come fare domanda

Per procedere con la domanda di cassa integrazione tramite la nuova piattaforma UNI CIG è necessario accedere al servizio disponibile sul portale INPS tramite le credenziali:

  • identità SPID almeno di livello 2;
  • Carta di identità elettronica 3.0 (CIE);
  • Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

Una volta all’interno tra i “Servizi per le aziende ed i consulenti” relativi aCIG e Fondi di solidarietà bisogna attivare il servizio “Domanda Unica CIG – causale COVID”.

Nuova piattaforma UNI-CIG, le linee guida

Il nuovo servizio UNI-CIG è stato sviluppato puntando su due linee di innovazione:

  • uniformare, ove possibile nel rispetto della diversa normativa, i quadri di compilazione e le fasi di invio delle domande di integrazione salariale;
  • prevedere una serie di controlli automatizzati sia in fase di compilazione della domanda che in fase di verifica successiva al suo invio, con l’obiettivo di ridurre la possibilità per le aziende di commettere eventuali errori.

La nuova procedura segnalerà, infatti, in modalità automatica e anticipata rispetto all’istruttoria degli uffici, alle aziende e agli intermediari abilitati, la presenza di eventuali anomalie/errori che potrebbero impedire l’accoglimento, anche parziale, della domanda, offrendo la possibilità di modificarla in relazione alla tipologia di errore commesso.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cassa integrazione, come funziona la nuova piattaforma Inps