Capo stressante? Ecco cinque consigli per affrontarlo

Hai un capo stressante e non sai come comportarti? Ecco alcune dritte

Per affrontare un capo stressante e pressante, occorre imparare a comportarsi in modo calmo. Ciò consiste nel dimostrarsi impassibile a eventuali provocazioni, fatte solo per far perdere le staffe. Perdendo la pazienza si rischia anche di perdere il lavoro o essere preso di mira da un capo particolarmente rigido e vendicativo. Controllare la rabbia è estremamente importante in questi casi.

Un’altra dritta consiste nell’ascoltare attentamente il proprio capo, in modo da non fraintendere le sue parole e prepararsi adeguatamente a una risposta. Mai rispondere impulsivamente o senza aver ragionato sulle eventuali conseguenze. Se si possiede un capo dal carattere particolarmente suscettibile, meglio puntare su risposte chiare e concise, senza contornare il tutto con inutili superficialità che possano innervosirlo.

Quando si discute con il proprio capo è sempre opportuno basarsi sulla realtà dei fatti e dimostrarsi un lavoratore serio e realistico. Sarebbe inutile e dannoso attenersi a semplici congetture. Inoltre, anche la coerenza è importante, soprattutto se il proprio capo è particolarmente attento ad ogni minimo sbaglio.

Per mantenere un rapporto sano con un dirigente particolarmente oppressivo e continuare a lavorare in modo soddisfacente, il sarcasmo è da evitare, soprattutto se si fa nel momento sbagliato. Una semplice battuta, fatta per sdrammatizzare la situazione, potrebbe essere considerata come una presa in giro o una mancanza di rispetto nei confronti dei superiori.

Se, nonostante gli sforzi, viene difficile mantenere la calma durante una situazione di pressione, la cosa migliore è prendersi una pausa. Allontanarsi con una scusa è sempre meglio che scoppiare in una manifestazione d’ira che costerebbe il posto di lavoro. Un altro metodo, durante una strigliata immotivata da parte del capo, è provare a spostare l’argomento su cose più importanti e produttive.

Immagini: Depositphotos

 

Capo stressante? Ecco cinque consigli per affrontarlo