Cambiare lavoro: le domande che devi farti prima di accettare un nuovo incarico

Tre le domande a cui devi rispondere prima di accettare un nuovo lavoro

Da uno studio condotto da Gallup, società americana di analisi e consulenza, solo il 15% delle persone intervistate si è detto felice del proprio lavoro. Questo vuol dire che oggi, in ambito professionale, sono sempre di più le persone insoddisfatte.

Con statistiche come queste, ovviamente, è facile capire come mai ci siano sempre più persone pronte a cambiare lavoro quando si prospetta loro davanti l’occasione giusta per farlo. Per evitare allora di incorrere nello stesso errore, e trovarti a ricoprire un ruolo che poi non ti piace, è importante che tu ti faccia le domande giuste per capire se è il caso o meno di accettare un nuovo lavoro.

Prima di tutto, che influenza avrà il nuovo lavoro sulla tua vita privata? Dedicare tempo ed energie alla propria crescita professionale va bene, ma un lavoro deve essere anche in grado di lasciarti abbastanza tempo da dedicare a te stesso e ai tuoi affetti. L’ideale sarebbe trovare un impiego che ti permetta sì di pagare le bollette ma che non ti costringa a trascurare l’ambito privato. Se il nuovo lavoro rischia di lasciarti abbastanza spazio in questo senso, allora è meglio rivalutare un po’ la posta in gioco (perché forse è un po’ troppo alta).

Se sei sicuro che il nuovo lavoro non nuocerà sulla tua sfera privata e personale, allora puoi passare al secondo step. La domanda successiva da farsi, a questo punto, è: quali saranno i benefici che ne trarrai? A questo punto entrano in gioco anche abilità e ambizioni personali, che possono variare da soggetto a soggetto. È importante provare ad immaginare tutti gli scenari possibili, e rapportare poi questi ultimi al modo in cui reagiresti qualora si verificassero. Se il sentimento predominante è la frustrazione, allora meglio valutare altro. Il lavoro migliore del mondo non deve essere per forza quello strapagato.

Una domanda fondamentale che è necessario che tu ti faccia prima di accettare un nuovo impiego, in fine, è: cosa è per me il successo? Fissare dei paletti e stabilire degli obiettivi da raggiungere può essere stimolante e, sicuramente, aiuta a fare carriera. Ragionare in questo modo, inoltre, ti permetterà di scartare tutte quelle ipotesi (ed offerte di lavoro) che niente hanno a che fare con le tue ambizioni e che, per questo motivo, finirebbero inevitabilmente col renderti insoddisfatto.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cambiare lavoro: le domande che devi farti prima di accettare un nuovo...