Cambia lavoro a 78 anni: ecco lo stagista più vecchio del mondo

L'età è soltanto un numero: a 78 anni cambia lavoro e ricomincia da zero. Ecco la storia di Ken Holmes, lo stagista più vecchio del mondo

Lo stage è di solito il punto di partenza per farsi strada nel mondo del lavoro. Fa curriculum e allo stesso tempo è il primo passo per costruirsi una propria professionalità. Le stesse università incoraggiano questa pratica, spesso anche all’estero. Lo stage può durare sei mesi, un anno, a volte qualcosa di più, a discrezione dell’azienda. Ma dove sta scritto che questa esperienza debba essere riservata esclusivamente ai neo-laureati? L’australiano Ken Holmes ha cominciato il suo apprendistato alla ragguardevole età di 78 anni: ecco la storia dello stagista più vecchio del mondo.

Ken Holmes, non contento di essere già due volte nonno, ha deciso di entrare come stagista nell’ufficio amministrativo della ”Mercy Place Aged Care” di Parksville (Victoria), azienda specializzata nella cura degli anziani. Il suo obiettivo? Intraprendere una nuova carriera nell’amministrazione dei servizi di assistenza agli anziani. ”Non ho ancora detto ai miei figli quello che sto facendo, perché so già cosa direbbero… che dovrei stare a casa” ha dichiarato Ken Holmes in un’intervista al blog statunitense Mashable, ”Ma io consiglio a chiunque abbia la mia età, che sia ancora in forma e goda di buona salute, di tornare al lavoro”.

Detto, fatto. Holmes ha già completato la formazione teorica del corso in amministrazione presso l’istituto Mercy Health Training e ora si sta godendo il suo tirocinio pratico. Una volta terminato, potrà cercare lavoro nel settore della cura agli anziani. ”Sto facendo questo corso per me stesso. Sono stufo di parlare con i miei cani e i miei gatti, che non possono rispondermi”, ha aggiunto Holmes. ”La parte che preferisco di questo lavoro è il contatto con le persone anziane. Se mi comporto bene, un giorno potrei perfino ottenere un letto in questa struttura”.

Nella sua vita professionale precedente, Holmes ha lavorato per 30 anni nella produzione di attrezzature scientifiche e chirurgiche presso l’Università di Melbourne, prima di passare nel settore dell’assistenza alla persona per i 10 anni successivi. Dopodiché si è ritirato dal mondo del lavoro per 5 anni, a causa della malattia di sua moglie Beatrice. E ora ha deciso di ripartire daccapo, ricominciando, come tutti i novellini, dallo stage. A dimostrazione che l’età, dopotutto, è soltanto una questione di numeri e un fatto anagrafico.

Immagini: Depositphotos

Leggi anche:
Dal letame alle caramelle: l’11enne che guadagna 1500 euro a settimana
La svolta green: soldi a chi va a lavorare in bicicletta
Statistico e data scientist: le professioni più richieste del XXI secolo

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cambia lavoro a 78 anni: ecco lo stagista più vecchio del mondo