Boeri: “Congedo di 15 giorni anche per i neo papà”

Il governo frena: "Costi da verificare"

Magari non arriveremo mai ai livelli dei paesi scandinavi, dove si arriva anche a 90 giorni di congedo parentale, ma anche in Italia c’è spazio per migliorare le condizioni dei neo genitori relativamente al lavoro. Il presidente dell’Inps Tito Boeri, in proposito, lancia la sua proposta di quindici giorni di paternità obbligatoria e retribuita per accudire il neonato. Secondo il professore della Bocconi, la misura spezzerebbe “il circolo vizioso che si è creato su un equilibrio sbagliato, che vede l’uomo con maggior potere contrattuale nello stabilire chi deve lavorare e chi deve stare con i figli”.

Tenere i papà a casa 15 giorni ad accudire il proprio figlio è “fondamentale per un Paese come il nostro, in cui si penalizza in modo pesante la carriera delle madri”. Non solo, sarebbe anche utile all’intelligenza del bambino. Boeri ha citato “studi fatti in Paesi con la paternità obbligatoria” da cui emerge che “la presenza dei padri ha contribuito allo sviluppo cognitivo dei figli”, perché “anche i padri hanno un ruolo importante nella genitorialità”.

Tuttavia in Italia restano pesanti sacche di resistenza a una cultura della condivisione paritaria dell’accudimento dei figli. “I datori di lavoro – ha detto Boeri – considerano le donne con figli come un costo e culturalmente si crede che le madri che lavorano siano cattive madri, ma non è così”. Questa mentalità porta a spingere i papà a non prendere i congedi facoltativi perché spesso chi lo fa rischia poi di essere penalizzato sul lavoro. “Risultato, solo 4 padri su 100 prendono congedi facoltativi” ha ricordato Boeri.

Dal 2015 giace in parlamento una proposta di legge che li prevede, ma al momento l’attuale legge di bilancio conferma solo per il 2017 i due giorni introdotti in via sperimentale nel 2012 portati da uno a due nel 2016 ma non ancora stabilizzati. La media dei paesi Ocse è di 8,2 settimane di congedo di paternità retribuito. A Berlino il 35,5% dei papà di bambini nati nel 2014 è rimasto a casa per più di due mesi.

“Tutte le proposte hanno dei costi, bisogna vedere se e quanto siano sostenibili” – ribatte il ministro del Lavoro Giuliano Poletti.

Leggi anche:
Svezia: il congedo parentale sale a 90 giorni per mamma, 90 per papà e 300 da dividere
Scommesse sulla produttività: meno ore di lavoro a pari stipendio
Svolta green: soldi a chi va a lavorare in bicicletta
Infortuni nel tragitto casa-lavoro: come comportarsi
Statistico e data scientist: le professioni più richieste del XXI secolo
Social card, 400 euro al mese ai disoccupati. Ecco come
Malattia, visite fiscali, reperibilità: tutte le novità
Tutto sul congedo

Boeri: “Congedo di 15 giorni anche per i neo papà”