Bellanova: controllare condizioni di lavoro in alcuni call center a Taranto

(Teleborsa) – Bisogna verificare le condizioni di lavoro all’interno di alcuni call center a Taranto, già oggetto nei giorni scorsi di proteste da parte di numerosi lavoratori. E’ la sollecitazione inviata dalla viceministro dello Sviluppo Economico, Teresa Bellanova, al Direttore dell’Ispettorato del lavoro dopo le denunce da parte di alcuni lavoratori e lavoratrici delle condizioni di lavoro e salariali, già segnalate anche alle autorità locali. 

Negli ultimi giorni diversi organi di stampa avevano riportato le denunce di alcuni sindacati sulle condizioni di lavoro nei call center di Taranto. Si parla di stipendi mensili di 92 euro e di tagli alla retribuzione in caso di assenza anche di soli tre minuti dalla postazione per andare alla toilette.

In questi anni “abbiamo seguito con grande attenzione ed enorme impegno la situazione dei call center sull’intero territorio nazionale anche con risultati importanti quale quello della clausola sociale che garantisce il mantenimento dei posti di lavoro anche in caso di cambio di appalto o proprietà. Recentemente mi sono giunte una serie di segnalazioni che evidenziano condizioni di lavoro molto critiche all’interno di alcuni call center a Taranto. Segnalazioni gravi su cui è doveroso fare luce, a tutela della dignità del lavoro”, ha affermato Bellanova.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bellanova: controllare condizioni di lavoro in alcuni call center a Ta...