Il Comune di Roma assume oltre 1500 dipendenti: come funziona e come partecipare

L'amministrazione capitolina rimpolpa le fila dell'organico comunale con 42 dirigenti e 1500 tra funzionari e istruttori

Il Comune di Roma torna ad assumere. L’Amministrazione capitolina ha infatti pubblicato i bandi per l’assunzione di oltre 1.500 nuovi dipendenti, tra i quali 42 nuovi dirigenti e oltre 100 persone con un nuovo profilo professionale: quellodi “Istruttore Servizi Telematici e Informatici”. L’annuncio è stato dato dal Sindaco Virginia Raggi con un post sulla propria Pagina Facebook.

“Pensionamenti e blocco del turn over – si legge nel messaggio del primo cittadino capitolino – avevano rallentato per anni numerosi processi, impattando sui servizi. Abbiamo radicalmente invertito la rotta, colmando lacune strutturali grazie al lavoro dell’Assessore al Personale Antonio De Santis. Immettere nuovo personale e quindi nuova linfa vitale negli uffici influisce positivamente sui servizi e quindi sulla qualità della vita dei cittadini. E’ la direzione che abbiamo intrapreso sin dal nostro insediamento, puntando sempre su un mix equilibrato tra diritti e innovazione”.

Concorso Comune di Roma 2020: le figure cercate

Il Campidoglio ha attivato 11 procedure selettive che permetteranno di assumere 1.512 dipendenti. Il 30% dei posti a concorso, però, è riservato a chi già presta servizio presso l’Ente. Due delle procedure serviranno ad assumere 42 dirigenti (tecnici e amministrativi); cinque per l’assuzione di 420 funzionari (categoria contrattuale D); quattro per l’assunzione di 1.050 istruttori (categoria contrattuale C). Nello specifico, le oltre 1.500 assunzioni saranno così divise:

  • 42 dirigenti (32 dirigenti amministrativi con laurea magistrale in giurisprudenza, scienze politiche, economia e commercio; 10 dirigenti tecnici con laurea magistrale in ingegneria o architettura e abilitazione all’esercizio della professione di architetto o ingegnere);
  • 100 funzionari amministrativi (in possesso di un titolo di laurea, diploma di laurea, laurea magistrale, laurea specialistica);
  • 80 funzionari servizi tecnici (in possesso di laurea (L) appartenente alle seguenti classi: L-7 ingegneria civile e ambientale, L-17 scienze dell’architettura, L-21 scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale oppure diploma di laurea (DL) in: Ingegneria civile; Ingegneria edile; Architettura; Ingegneria edile-architettura; Ingegneria per l’ambiente e il territorio; Pianificazione territoriale e urbanistica; Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale; Urbanistica o titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente; inoltre si dovrà essere in possesso del titolo di abilitazione all’esercizio della professione di Architetto, pianificatore, paesaggista, conservatore o Ingegnere, corrispondente al titolo di studio di cui si risulta in possesso);
  • 80 funzionari educativo-scolastico (in possesso di diploma di laurea in Pedagogia , Scienze dell’Educazione, Psicologia; laurea specialistica o laurea magistrale appartenente alla classe 56/S Programmazione e gestione dei servizi educativi e formativi , 58/S Psicologia , 65/S Scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua , 87/S Scienze pedagogiche, LM-51 Psicologia , LM-50 Programmazione e gestione dei servizi educativi , LM-57 Scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua, LM-85 Scienze Pedagogiche, LM-85 bis Laurea in Scienze della Formazione Primaria, LM-93 Teorie e metodologie dell’e-learning e della media education; laurea triennale appartenente alla classe 18 Scienze dell’Educazione e della Formazione, 34 Scienze e Tecniche Psicologiche, L-19 Scienze dell’Educazione e della Formazione, L-24 Scienze e Tecniche Psicologiche o titoli equiparati ed equipollenti)
  • 140 funzionari assistente sociale (in possesso del titolo abilitante all’esercizio della professione di assistente sociale);
  • 20 funzionari avvocato (in possesso di diploma di laurea in giurisprudenza o titolo equipollente);
  • 250 istruttori amministrativi (in possesso di diploma di istruzione secondaria superiore che consenta l’iscrizione a una facoltà universitaria);
  • 200 istruttori tecnici “Costruzioni, Ambiente e Territorio” (in possesso di diploma di geometra, perito industriale edile o titolo equivalente che consenta l’iscrizione a una facoltà universitaria);
  • 100 istruttori “Servizi informatici e telematici” (in possesso di diploma di ragioniere programmatore, perito informatico, perito industriale, perito tecnico in grafica e comunicazione o titolo equivalente che consenta l’iscrizione a una facoltà universitaria)
  • 500 istruttori di Polizia Locale.

Concorso Comune di Roma 2020: come funziona

Come da bando, il concorso per istruttori e funzionari verterà su due prove, una scritta e una orale. La prima sarà composta da 60 domande a risposta multipla su materie indicate per ciascun profilo e per superarla sarà necessario riportare una votazione di 21/30. La seconda verterà sulle materie della prova scritta, competenze informatiche e lingua inglese, anche in questo caso la prova sarà passata con una votazione di 21/30. Nel caso in cui i candidati siano più del doppio dei posti a concorso, si svolgerà una prova preselettiva, che avrà lo scopo di “scremare” le candidature.

Il concorso per dirigente, invece, avrà una durata di 6 ore e si comporrà di 3 quesiti a risposta aperta e di un elaborato scritto di carattere pratico-applicativo.

Concorso Comune di Roma 2020: come candidarsi

Per partecipare è necessario presentare domanda entro le ore 18:00 del 21 settembre 2020 tramite il portale Step One 2019. Per accedere al sistema e compilare la domanda si dovranno utilizzare esclusivamente le credenziali SPID personali.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il Comune di Roma assume oltre 1500 dipendenti: come funziona e come p...