Banche senza dipendenti: in Italia arrivano gli sportelli virtuali

Un servizio multimediale per ridurre i costi del personale, ma non la relazione con i clienti

Arrivano gli sportelli bancari virtuali, la novità dalla provincia di Bergamo.

Chi andrà in banca, in una delle filiali di Alzano Lombardo e Villa di Serio della BCC Bergamo e Valli, avrà la sorpresa di trovarsi di fronte un bancario virtuale. Niente intelligenza artificiale né ologrammi, l’addetto allo sportello sarà sempre un dipendente in carne e ossa ma a distanza.

Si tratta del nuovo serviziosportello 8-18“, ovvero attivo dalle ore 8.00 alle 18.00, che la BCC Bergamo e Valli ha deciso di attivare per i propri clienti e soci, come riporta l’Eco di Bergamo. Il servizio è una “soluzione integrata di gestione contatto in grado di garantire un incontro remoto tra la banca e il proprio cliente“, spiegano dalla BCC.

In pratica, grazie a un maxischermo, il cliente che entra in banca potrà interagire e dialogare con un operatore che si trova in un altro ufficio a distanza, in questo caso in quello di Sorisole, comune del bergamasco. L’operatore, da remoto, assisterà il cliente nello svolgimento delle comuni operazioni bancarie e sarà a disposizione per ogni esigenza di cassa.

L’uso della tecnologia, come spiegano dalla banca, permetterà di avere uno sportello sempre presidiato, nelle ore di apertura, ma senza la necessità di dipendente sul posto. L’addetto opererà a distanza in una specie di “cabina di regia”. Dagli uffici della sede centrale di Sorisole, il bancario gestirà dai 3 ai 5 sportelli situati nelle altre filiali della banca.

L’uso del termine virtuale o multimediale non deve dunque trarre in inganno, facendo pensare a un servizio senza dipendenti né relazione umana. Piuttosto si riferisce alle modalità tecniche con cui il servizio viene offerto e che permettono l’intervento a distanza di un operatore che presidierà più filiali.

Il nuovo servizio di sportello multimediale sarà in prova per tutto il 2019. Poi, terminata la fase sperimentale la BCC Bergamo e Valli deciderà se estenderlo anche ad altre filiali.

Le nuove tecnologie stanno rivoluzionando la fruizione dei servizi e le modalità di svolgimento del lavoro. Si tratta di sistemi improntati alla praticità, alla velocità e all’efficienza. Sicuramente utili per gli utenti, ma con un inevitabile impatto che in molti casi porterà e sta già portando a una riduzione dei posti di lavoro.

Negli ultimi anni le banche hanno ridotto numerosi posti di lavoro. L’ultima ad operare una nuova ristrutturazione è Unicredit, che ha annunciato il taglio di 10mila posti di lavoro.

Banche senza dipendenti: in Italia arrivano gli sportelli virtual...