Banche, ecco il rigido dress code per lavorare nella City di Londra

"No brown in town": vietate le scarpe marroni e le cravatte dai colori sgargianti a chi vuole lavorare nel settore finanziario

Se avete intenzione di cercare lavoro nella City, dovete sapere che ci sono delle regole ben precise per quanto riguarda il dress code. Ovviamente, camicia, cravatta e completo sono obbligatori ma c’è di più: nella cittadella della finanza londinese vige la regola di Wall Street “No brown in town”, quindi se volete avere più opportunità di essere assunti evitate scarpe marroni, ma anche cravatte sgargianti e preferite sempre vestiti dal taglio classico.

A rivelarlo il rapporto della Social Mobility Commission, “Socio-Economic Diversity in Life Sciences and Investment Banking”, redatto su incarico dal governo britannico, per indagare sulle eventuali discriminazioni di ceto, censo e classe che esistono ancora nel Regno Unito. L’indagine, anticipata dal Financial Times, indica che, se nella Silicon Valley si veste in maglietta e scarpe da ginnastica, nella City l’abito fa ancora il monaco. O meglio, fa il banchiere.

Dunque: niente scarpe marroni, ma rigorosamente nere e con i lacci (banditi i mocassini). Niente cravatte sgargianti: meglio andare sul classico ed evitare i colori troppo accesi. Il “casual”, nella cittadella della finanza, è riservato soltanto al venerdì, quando è consentito vestirsi in modo più sportivo ed eventualmente rinunciare alla cravatta.

Questo rapporto ha riportato in luce due tipi di problemi legati al mondo del lavoro nella capitale. Da un lato, il divieto alle scarpe marroni riaccende la polemica sui codici d’abbigliamento nell’ambiente di lavoro, come quello che prevedeva tacchi a spillo per le donne in molti uffici londinesi, abolito dopo la protesta di una segretaria licenziata per essersi rifiutata di indossare tacchi alti.

D’altra parte, sembra che ci sia sempre una sorta di preferenza da parte dei datori di lavoro nell’assumere chi è uscito da una scuola privata. Un rapporto redatto da Sutton Trust nel 2014, dimostrava come il 34% dei nuovi assunti nel settore finanziario provenisse da una scuola privata, quando solo il 7% della popolazione manda i figli in questo tipo di scuole.

Leggi anche:
Le regole dell’abbigliamento al lavoro cambiano. Ecco come
In ufficio con stile! Ecco l’accessorio rivoluzionario per il look perfetto
Novità: Se fai un colloquio il latino vale come l’inglese
“Lavoro noioso”. Manager fa causa all’azienda
La felicità dei dipendenti è la chiave per produttività e fedeltà aziendale
Arriva il reddito minimo di felicità. L’idea è di una ragazza di 25 anni
La svolta green: soldi a chi va a lavorare in bicicletta

Banche, ecco il rigido dress code per lavorare nella City di Londra
Banche, ecco il rigido dress code per lavorare nella City di Lond...