Aziende e social network, allarme virus

Tra le altre paure: il calo di produttività e la diffusione di dati sensibili

L’uso dei social media da parte dei dipendenti può essere rischioso per le imprese. Soprattutto se medio piccole. Lo dice la ricerca condotta negli Stati Uniti da Social Media Risk Index di Panda Security.
Secondo l’indagine, un terzo delle società intervistate, con un numero di dipendenti compreso fra 15 e 1.000, sono state infettate con virus provenienti dalle piattaforme sociali. Di queste, il 35% ha subito un danno economico superiore ai 5.000 dollari.

In particolare le preoccupazione che riguardano l’uso di Facebook e affini nelle imprese riguardano la possibile diffusione di dati sensibili o le violazioni della privacy (74,5%), le infezioni (68,6%), la predita di produttività dei dipendenti (59,5%) e il danneggiamento della reputazione dell’azienda. Anche il danno reale riscontrato è individuato nella perdita della produttività (38,2%) e dagli attacchi dei virus (33,3%).

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Aziende e social network, allarme virus