Avvocato? No, abogado. Lo diventi in Spagna ed eserciti in Italia

La Corte europea ha dato il via libera a chi dall’Italia si reca in Spagna per per ottenere la qualifica professionale di avvocato

I laureati in giurisprudenza in Italia che abbiano ottenuto la qualifica professionale di avvocato in Spagna possono svolgere l’attività in Italia, o in qualsiasi altro Stato membro, a patto che usino il titolo che hanno nella lingua originale: dunque quello di "abogado" e non di "avvocato". E’ quanto stabilito dalla Corte di giustizia dell’Unione europea la cui attesa sentenza è stata depositata giovedì.

Ad avviare la controversia due laureati in giurisprudenza in Italia che, ottenuto il titolo professionale in Spagna, si erano visti negare dal Consiglio Nazionale Forense l’iscrizione nella sezione speciale dell’albo degli avvocati in Italia, nella fattispecie a Macerata.
Secondo il Cnf, infatti, l’acquisizione del titolo in Spagna aveva ed ha il solo scopo di eludere la normativa italiana sull’accesso alla professione (la quale prevede un selettivo esame, dando luogo ad un abuso del diritto di stabilimento).

Per la Corte europea, al contrario, la possibilità di acquisire il titolo in un altro stato membro per poi fare ritorno nel proprio paese per l’esercizio della professione costituisce proprio la "realizzazione di uno degli obiettivi" della direttiva europea del 16 febbraio ’98. “in un mercato unico – si legge nella sentenza -, la possibilità, per i cittadini dell’Unione, di scegliere lo Stato membro nel quale desiderano acquisire il loro titolo e quello in cui hanno intenzione di esercitare la loro professione è collegata con l’esercizio delle libertà fondamentali garantite dai Trattati. Il fatto che il cittadino di uno Stato membro, in possesso di una laurea conseguita nel proprio Paese, si rechi in un altro Stato membro al fine di acquisirvi il titolo di avvocato e faccia in seguito ritorno nel proprio paese per esercitarvi la professione di avvocato con il titolo professionale ottenuto nell’altro Stato membro è la realizzazione di uno degli obiettivi della direttiva e non costituisce abuso del diritto di stabilimento”.

Avvocato? No, abogado. Lo diventi in Spagna ed eserciti in Italia
Avvocato? No, abogado. Lo diventi in Spagna ed eserciti in Italia