Autotrasporto: lunedì 29 maggio sciopero nazionale di 4 ore

(Teleborsa) – Lunedì 29 maggio sciopero nazionale di 4 ore nell’autotrasporto, con modalità articolate a livello locale. A proclamarlo unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti “contro le misure della Commissione Europea che intendono modificare la regolazione dei tempi di guida e di riposo per i camionisti ed escludere gli stessi dall’applicazione delle norme europee sul distacco dei lavoratori”.

“Le istituzioni, a partire dal Governo – chiede la segreteria nazionale della Filt-Cgil Giulia Guida – devono intervenire presso la CE per fermare le iniziative di modifica del regolamento sui tempi di guida e di riposo che possono avere un forte impatto negativo sui tempi di vita e di lavoro, già gravosi ed usuranti, con riflessi sul Contratto nazionale, la contrattazione di secondo livello ed anche sulla sicurezza stradale. Serve, inoltre, anche intervento sulla questione dei distacchi che rischiano di normalizzare il dumping sociale invece di contrastare lavoro nero e concorrenza sleale”.

Nel rispetto della garanzia dei servizi essenziali previsti dalla legge, annuncia Filt Cgil, lo sciopero si svolgerà, a livello locale, per l’intero turno di lavoro in Lombardia e in Piemonte. In Liguria per l’intera giornata a Genova con presidi ai varchi portuali ed a La Spezia. In Veneto ed in Emilia Romagna 8 ore, in Toscana con presido ed iniziative a Firenze e Livorno, presidi anche ad Ancona ed a Bari presso l’interporto.

Autotrasporto: lunedì 29 maggio sciopero nazionale di 4 ore
Autotrasporto: lunedì 29 maggio sciopero nazionale di 4 ore