In aumento le richieste di manager italiani all’estero: i settori con più opportunità

Cresce la domanda di candidati italiani all'estero: cosa ha rilevato la ricerca condotta da Hunters Group

Se diversi anni fa si guardava all’estero con un pizzico di sospetto, attualmente lo scenario che si presenta, mostra connotati nettamente differenti.

Non solo, sono sempre di più i giovani che preferiscono volare al di là dei confini nazionali alla ricerca di opportunità più gratificanti dal punto di vista economico e della carriera, ma è anche in crescita la richiesta di candidati italiani all’estero.

Ad affermarlo è una ricerca condotta da Hunters Group – società di head hunting che si occupa della ricerca e della selezione di professionisti – e che sottolinea come sempre più aziende italiane, hanno iniziato a presenziare in maniera più strutturata all’estero. Ed è qui che molti professionisti vengono inviati per aprire e gestire nuove filiali. Questa realtà interessa le piccole e medie imprese, ma anche quelle società che hanno l’obbligo di avere una sede fuori dal Bel Paese, come quelle che operano nel settore delle costruzioni o dell’impiantistica.

L’estero come un’opportunità da cogliere e in questo contesto Hunters Group ha deciso, come sottolineato da Joelle Gallesi, Sales & Operation Director della società: “di creare un team interamente dedicato alle attività di recruiting e head hunting internazionali per aziende di ogni settore e ogni dimensione. Non solo: abbiamo integrato servizi di gestione amministrativa e fiscale dei profili di Expatriate per fornire consulenza a 360°”.

Le richieste di candidati fuori dai confini nazionali sono aumentate del 30%, e interessano soprattutto filiali con sede in Canada, Stati Uniti, Africa Subsahariana, Centro America, India, Nord Africa.

Quali sono i settori e i profili più richiesti

Ad avere maggiori necessità è il settore manifatturiero, insieme a quello dell’oil&gas e a quello energetico. In particolare, proprio in vista dei cambiamenti climatici in atto e dell’inquinamento che sta minando la salute dell’uomo e dell’ambiente, il mercato energetico e delle rinnovabili sta registrando una spinta maggiore. Non mancano opportunità anche in settori in via di sviluppo, come quello del consulting e del lusso.

Per quanto riguarda invece i profili più ricercati dalle aziende italiane che hanno aperto una sede all’estero, Hunters Group ha rilevato questi:

  • construction manager;
  • branch manager;
  • international Cfo;
  • site engineer;
  • export manager;
  • international Cio.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

In aumento le richieste di manager italiani all’estero: i settor...