Lavoro, in arrivo 51 milioni di euro per le assunzioni di giovani genitori

L’agevolazione, erogata dal ministero della Gioventù, interessa disoccupati e precari

Un fondo di 51 milioni di euro per incentivare le assunzioni dei giovani genitori disoccupati o precari e per combattere il fenomeno dell’allontanamento delle giovani donne dal lavoro dopo la gravidanza. E’ la misura promossa dal ministero della Gioventù, in collaborazione con l’Inps, annunciata dal ministro Giorgia Meloni. La finalità del fondo è quella di riconoscere a queste categorie una dote trasferibile ai datori di lavoro che le assumono con contratto a tempo indeterminato, anche a tempo parziale.

L’ammontare della dote trasferibile è pari a 5mila euro per ogni assunzione, fino al limite di cinque assunzioni per ogni singolo datore di lavoro. I beneficiari devono avere un’età inferiore ai 36 anni, essere genitori di figli minori legittimi, naturali o adottivi oppure affidatari di minori. Gli altri requisiti richiesti sono un rapporto di lavoro subordinato, con contratto di collaborazione a progetto o con le altre tipologie di impiego previste dal decreto legislativo 276 del 2003.
Possono accedere ai finanziamenti anche i disoccupati iscritti a un centro pubblico per l’impiego in seguito alla cessazione del lavoro precario.

Lavoro, in arrivo 51 milioni di euro per le assunzioni di giovani ...