I “contratti-gavetta”: l’apprendistato e l’inserimento lavorativo

Due forme contrattuali per i giovani alle prime armi che devono "imparare il mestiere"

L’APPRENDISTATO
E’ un rapporto di lavoro nel quale il datore è tenuto a impartire l’addestramento necessario per far raggiungere al lavoratore una capacità tecnica e quindi una qualificazione professionale per i giovani che ne sono sprovvisti.

La riforma ha introdotto tre tipi di apprendistato:

– l’apprendistato per l’espletamento del diritto-dovere di istruzione e formazione, rivolto a giovani che con 15 anni compiuti;

– apprendistato professionalizzante, rivolto a giovani tra i 18 e i 29 anni (se già in possesso di qualifica professionale l’età minima scende a 17 anni), per ottenere una qualificazione tramite una formazione sul lavoro e l’acquisizione di competenze tecnico-professionali di base;

– apprendistato per l’acquisizione di un diploma o per percorsi di alta formazione, sempre per soggetti tra i 18 e i 29 anni.

Nel contratto devono essere definite le prestazioni richieste al lavoratore, l’addestramento che gli sarà impartito e la qualifica raggiungibile al termine dell’ apprendistato.

IL CONTRATTO DI INSERIMENTO LAVORATIVO
Sostituisce il precedente contratto di formazione e lavoro e punta all’inserimento nel mercato del lavoro mediante un progetto individuale di adattamento delle competenze professionali.

Si rivolge principalmente ai giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni ma è esteso anche ad altre categorie svantaggiate, come

– i disoccupati di lunga durata tra i 29 e i 32 anni o con più di 50 anni,

– tutte le donne che risiedono in zone in cui il tasso di occupazione femminile sia inferiore a certi parametri,

– le persone con grave handicap fisico o mentale.

Il contratto deve essere in forma scritta e deve specificatamente indicare il progetto individuale di inserimento

La durata del contratto è compresa tra i 9 e i 18 mesi (36 se si tratta di disabili). Un nuovo contratto può essere stipulato solo se sono stati confermati almeno il 60% dei contratti di inserimento scaduti nei 18 mesi precedenti. (A.D.M.)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I “contratti-gavetta”: l’apprendistato e l’ins...