Amazon raddoppia il salario minimo negli Usa

La decisione dopo le critiche sulle retribuzioni: il salario di 7,25 dollari era fermo a dieci anni fa. Inclusi anche lavoratori part time e stagionali

Raddoppia il salario minimo dei lavoratori Amazon negli Stati Uniti. L’azienda ha deciso infatti di portare lo stipendio orario minimo da 7,25 dollari a 15.

L’aumento sarà effettivo dal 1° novembre e riguarderà oltre 250.000 dipendenti e 100.000 impiegati stagionali. Il precedente livello, a 7,25 dollari l’ora, era stato fissato circa dieci anni fa e non era stato più rivisto.

Anche chi percepiva già 15 dollari l’ora vedrà comunque un incremento della busta paga. “Abbiamo ascoltato le critiche e pensato a lungo su cosa fare e siamo arrivati a questo”, ha detto il fondatore e ad Jeff Bezos. “Siamo entusiasti di questo cambiamento e speriamo che questo spinga anche i nostri concorrenti a fare lo stesso”.

Novità in arrivo anche per i 40.000 dipendenti che lavorano nel Regno Unito. Il salario, evidenzia il Guardian, salirà da 8 a 10.50 sterline l’ora a Londra e a 9.50 nel resto del Paese. Il salario minimo previsto dalla legge è di 7.83 sterline l’ora per lavoratori di età superiore ai 25 anni. Secondo i dati elaborati dalla Living Wage Foundation, a Londra è necessario un salario minimo orario di 10.20 sterline per una qualità di vita accettabile. Nel resto del Paese, sono sufficienti 8.75.

Leggi anche:
Quanto guadagnano Jeff Bezos e i dirigenti e dipendenti di Amazon
Amazon assume: 1700 nuovi posti di lavoro

 

Amazon raddoppia il salario minimo negli Usa