Amazon, fallito l’incontro con i sindacati

(Teleborsa) – L’incontro a Piacenza di ieri, 11 dicembre 2017, tra Amazon ed i sindacati è stato “fumoso ed inconcludente”. Così è stato definito dalle associazioni di categoria, che hanno incontrato una delegazione dell’azienda di e-commerce per discutere delle condizioni di lavoro negli stabilimenti del gruppo. “Di fronte alle ribadite evidenze connesse alle condizioni di lavoro, non è sufficiente l’iniziativa presa dall’azienda che ha istituito al suo interno dei ‘gruppi di studio’ ai quali sono invitati anche gli rsa, con cadenza settimanale, insieme ad altre funzioni aziendali”, scrivono i sindacati in una nota congiunta. “L’azienda si è rifiutata di verbalizzare con le parti sociali un percorso che stabilisse modalità e tempi del processo di ‘studio’. Rimane poi sempre da capire cosa ci sia da studiare, se un lavoratore per diversi mesi svolge esclusivamente il turno notturno lavorando 6 giorni su sette, per capire che non va bene! Anche rispetto ad una redistribuzione dei profitti attraverso un sistema premiante l’azienda ha candidamente dichiarato che dal 2011 ha incamerato 800 milioni di euro di profitti, precisando che sono stati tutti reinvestiti per i nuovi siti con la creazione di nuovi posti di lavoro”.

Alla luce del flop dell’incontro i sindacati hanno deciso di riattivare lo stato di agitazione, temporaneamente sospeso. Domani 13 dicembre, nel corso di 5 assemblee programmate in Amazon saranno decise con i lavoratori le future azioni di lotta.

Amazon, fallito l’incontro con i sindacati